Lavoro: accordo tra min. Difesa e ASSIC. Militari congedati impiegati come Guardie giurate

ministero-difesaRoma, 25 set – I giovani volontari congedati dalle Forze armate potranno essere impiegati come guardie giurate. E’ quanto prevede la convenzione per il sostegno alla ricollocazione professionale dei volontari congedati, firmata dal Ministero della Difesa e dall’Assiv, l’associazione delle imprese di vigilanza aderente a Confindustria. Compito prioritario dell’Assiv, informa una nota, sarà quello di informare le imprese di vigilanza dell’esistenza del progetto ”Sbocchi occupazionali” del Ministero della Difesa e a sensibilizzarle perchè presentino eventuali offerte e opportunità di lavoro, oltre a far partecipare i volontari congedati a corsi di formazione e stage organizzati dalle stesse imprese. Nello specifico dell’attività antipirateria, la convenzione impegna l’Assiv a invitare le aziende associate che prevedono di assumere guardie giurate da impiegare a bordo delle navi, a rivolgersi prioritariamente ai Comandi Militari dell’Esercito o all’apposito Ufficio generale del Ministero per ottenere l’elenco dei possibili candidati.

I comandi militari segnaleranno, a loro volta, i profili professionali disponibili per il servizio antipirateria e attesteranno la pregressa partecipazione a missioni internazionali dei militari segnalati. Un comitato tecnico paritetico avrà il compito di monitorare e valutare i risultati della collaborazione avviata con la convenzione. Attualmente, in Italia (dati 2011 – Osservatorio Assiv sulla sicurezza sussidiaria e complementare) sono operative 993 imprese di vigilanza privata. Le guardie giurate sono 53.638, di cui 3.112 donne. Circa il 37% delle guardie giurate ha un’età tra i 35 e i 44 anni. Riguardo la provenienza geografica, più della metà delle guardie giurate sono originarie di una regione del sud Italia. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.