India: ministro Terzi, immunità per i militari che operano nel quadro ONU

maro-india-smRoma, 7 mar. – Per i “militari che operano nel quadro delle risoluzioni Onu” è necessario affermare, sul piano internazionale, il “principio di immunità e giurisdizione nazionale”. Lo ha affermato il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, nel corso di una conferenza stampa alla Farnesina, con riferimento al caso dei due marò. Si tratta di “un principio di carattere generale che è ampiamente riconosciuto”, ha sottolineato Terzi, “ma che merita di essere affermato”.

Terzi ha spiegato che la questione dei due marò e, più in generale, del contrasto alla pirateria, è stata affrontata nel corso del colloquio con il collega etiope, Ato Hailemariam Desalegn. “Abbiamo condiviso l’esigenza di affermare, sul piano internazionale, il principio dell’immunità dei peacekeeper che operano nel quadro delle risoluzioni Onu”, ha spiegato il titolare della Farnesina.

Secondo esponenti del governo indiano invece, secondo quanto riporta la stampa locale, al caso dei marò “si può applicare la legge indiana” anche perchè i Nuclei militari di protezione “non godono di immunità globale secondo il diritto internazionale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.