Il Capo di Stato Maggiore della Difesa visita Nave San Marco in Oman

CSMD-OmanRoma, 10 feb – Poche ore fa, nella storica cornice di Mascat (Oman) chiamata dai persiani “luogo in cui gettare l’ancora” per la bellezza dell’orografia del porto e dell’intera città, il Capo di Stato maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi BINELLI MANTELLI, accompagnato dal Comandante del Comando Operativo Interforze, Generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini, ha fatto visita a Nave San Marco impegnata in Oceano Indiano in attività di antipirateria.

Accolto dal Contrammiraglio Antonio NATALE, attualmente al comando della Missione sotto egida NATO, l’Ammiraglio Binelli Mantelli ha avuto modo di incontrare alcuni dei 320 tra uomini e donne che compongono l’equipaggio di Nave San Marco e che, dal 7 Dicembre u.s., sono parte integrante della Task Force NATO che opera nelle acque dell’Oceano Indiano nell’ambito della lotta alla pirateria. «Siate orgogliosi del vostro impegno e dei vostri sacrifici come lo siamo io e tutti i vostri familiari che vi attendono in patria» queste le parole rivolte all’equipaggio riunito, per l’occasione, sul ponte di volo dell’unità anfibia della Marina Militare.

Dopo aver visitato le aree operative e logistiche della nave, ed aver assistito ad un briefing di aggiornamento sull’attività di antipirateria svolta dalle unità della Marina Militare e delle coalizioni internazionali, l’Ammiraglio BINELLI MANTELLI ha quindi accolto a bordo Sua Altezza Sayyid Mohammed bin Salem Al Said, Capo del protocollo del Ministero degli esteri omanita, il Generale Ahmad bin Harith bin Nasser Al Nabhani, Capo di Stato Maggiore della Difesa omanita e l’Ambasciatore d’Italia in Oman, S.E. Paola Amedei, con in quali, durante il pranzo organizzato per l’occasione, ha avuto modo di sottolineare gli ottimi rapporti di collaborazione che intercorrono tra Italia ed Oman.

Un giorno speciale per l’equipaggio di nave San Marco, linfa vitale per affrontare al meglio le sfide che questa importante missione gli pone innanzi negli interessi dell’Italia e dell’intera comunità internazionale.

L’Italia contribuisce all’attività di contrasto alla pirateria nel Corno d’Africa sin dal Dicembre 2008 ed ha assunto il comando dell’Operazione Ocean Shield lo scorso 7 Dicembre. Nave San Marco, Unità Flagship della Task Force, farà rientro in Italia alla fine del mese di Giugno dopo circa 7 mesi di attività in mare.

Le nazioni della NATO, lo scorso 19 Marzo 2012, hanno raggiunto un accordo per prolungare l’Operazione Ocean Shield sino alla fine del 2014.

Al momento, la composizione della Task Force NATO è la seguente :

  • NAVE SAN MARCO – Flag Ship (ITALIA)
  • HDMS IVER HUITFELDT (DANIMARCA)
  • TCG GOKOVA (TURCHIA)
{artsexylightbox path=”images/CSMD-OMAN” previewWidth=”100″ previewHeight=”100″ sort=”asc”}{/artsexylightbox}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.