Facebook: il gruppo di GrNet.it sulle agenzie di stampa

adnkronosRoma, 1 set – La protesta dei militari sullo scarso equipaggiamento fornito dall’amministrazione viene rilanciata dalle agenzie di stampa. Di seguito il lancio dell’Adnkronos.

MANOVRA: GRNET.IT, TAGLI A SPESE MILITARI? SOLDATI SI PAGANO EQUIPAGGIAMENTO Roma, 31 ago. (Adnkronos) – “Tagli alla spesa militare? I soldati in partenza per i teatri esteri si stupiscono delle proposte avanzante da partiti politici ed associazioni e si sfogano su facebook raccontando le loro storie”. Cosi’ il sito internet GrNet.it, portale di informazione indipendente su Sicurezza, Difesa e Giustizia replica alle polemiche, accese questa mattina dalla Tavola della Pace che sosteneva la necessita’ di inserire in Manovra dei tagli alle spese per le missioni militari. “Ad ottobre parto per sei mesi e ho speso 1.000 euro di equipaggiamento perche’ l’amministrazione non ci ha dato nulla! Tra un po’ ci faranno pagare anche il biglietto del’aereo per l’Afghanistan”, commenta Fabrizio nel gruppo “Informazione Sicurezza e Difesa ” gestito da GrNet.it. “Elmetto 350 euro – continua Fabrizio, raccontando che tra 20 giorni diventera’ papa’ – mimetiche 150 euro, anfibi 110, zaino136 e piu’ altre cosette che ti servono per sopravvivere”. Gli fa eco Francesco, che racconta di avere alle spalle “diverse missioni” e ogni volta “ho speso parecchi soldi per compensare cio’ che l’amministrazione non mi forniva o per mancanza dell’articolo e dell’attagliamento. Non si puo’ fare un buon lavoro senza mezzi idonei”. “In Afghanistan – continua Francesco – siamo rimasti senza cella frigorifera, in una Fob (forward operating base, ndr) per 3 mesi, mangiavamo pasta e scatolame, per un motorino di avviamento del c….”.

Si accoda anche Enrico: “le mimetiche nuove hanno le taglie che fanno schifo (romene) strette e lunghe e le dobbiamo accorciare a spese nostre (15 euro l’una). Colpa degli imbecilli che prendono gli appalti e non controllano”, riferisce ancora GrNet.it in una nota. “Insomma, sembravano lontani i tempi dei soldati con le scarpe di cartone, ma nel gruppo su facebook saltano fuori tutti i disagi di una politica economica che privilegia i costosissimi sistema d’arma di ultima generazione a scapito dell’equipaggiamento e dell’addestramento”, denuncia il portale. Non mancano neppure le critiche alla Nato – prosegue la nota – che, a parere di Raffaele, conduce “guerre penose” e propone ai militari di “rientrare in patria e difenderla dall’immigrazione clandestina incontrollata che sta distruggendo il nostro paese che grazie all’Onu e alla Nato prolifera”. (Sin/Col/Adnkronos) 31-AGO-11 20:51 NNNN

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.