Difesa: pacifisti, la Camera non voti legge delega su riforma strumento militare

camera_dei_deputatiAppello di “Tavola della pace”, “Sbilanciamoci” e “Rete per il disarmo”. Roma, 10 dic – “Non votate la legge delega sulla riforma dello strumento militare”. E’ l’appello che rivolgono i pacifisti della Tavola della Pace, di Sbilanciamoci e di Rete per il Disarmo, in vista del voto in calendario domani nell’aula di Montecitorio. “Una legge contestatissima sia dai militari che da numerose organizzazioni della società civile – sottolineano -.

Quella legge non è più necessaria: le Forze armate hanno già subito un taglio strutturale del 10% imposto dal governo Monti con la spending review e gli effetti della riforma Di Paola potranno dispiegarsi solo dopo il 2015″. Nei prossimi due, tre anni “i generali dovranno trovare il modo per tagliare non meno di 18.300 militari – ricordano – e i soldi risparmiati non resteranno nelle casse della Difesa ma contribuiranno ad aggiustare i conti dello Stato. Non c’è dunque nessun bisogno di approvare in tutta fretta la legge del ministro e ammiraglio Di Paola”. I pacifisti osservano che “la fine improvvisa della legislatura consente ai deputati di lasciare che il prossimo Parlamento faccia una buona riforma, vera ed efficace, fatta nel rispetto delle persone e per il bene del Paese. La riforma delle Forze armate è un atto estremamente importante, che spetta al Parlamento e non al governo. In pochi mesi ne avremo uno nuovo. E la democrazia potrà riprendere il suo corso normale”. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.