Difesa: obiettori, in tempi di tagli è assurdo insistere con mini-naja

mini-najaPaolicelli, è un’inopportuna operazione di immagine. Roma, 2 ott – ”In tempi di tagli ai bilanci e di crisi economica, è assurdo continuare ad inistere con progetti come la mini-naja”. Massimo Paolicelli, presidente dell’Associazione Obiettori Nonviolenti, critica la decisione della Difesa di procedere ad un altro corso ”Vivi le Forze Armate. Militare per tre settimane”, il terzo quest’anno, iniziativa studiata per avvicinare i giovani al mondo delle stellette. Il nuovo corso militare comincerà il 17 ottobre e si concluderà il 4 novembre. ”Si tratta di un progetto che molti, negli stessi ambienti militari, considerano inutile. In realtà – prosegue Paolicelli – si tratta di un’operazione di immagine, una pura questione di propaganda. In un momento in cui sono annunciati tagli alla Difesa per più di un miliardo e, per dirla con esponenti del governo, sono a rischio le macchine dei carabinieri per mancanza di carburante, si preferisce andare avanti con queste iniziative pur di continuare a sbandierare il vessillo della sicurezza. Ci sembra decisamente inopportuno”.

Per la verità l’iniziativa sembra aver riscosso un certo successo tra i giovani italiani. Quest’anno sono stati più di 27mila i contatti giunti al sito della Difesa, per circa 5mila posti complessivi disponibili nei vari corsi. ”Numeri che – sottolinea la Difesa – confermano l’interesse crescente dimostrato dall’universo giovanile nei riguardi del mondo con le stellette e, più in generale, nei riguardi di tutto ciò che le Forze Armate rappresentano e simboleggiano”. ”Concluso l’iter della presentazione delle domande – viene rilevato – la graduatoria per l’ammissione al terzo corso di ”Vivi le Forze Armate. Militare per tre settimane” sarà disponibile a partire da lunedì 3 ottobre sul portale www.difesa.it e sui rispettivi siti di forza armata”.

Calipari (PD), con la mini-naja il governo continua la propaganda. Diritti dei militari penalizzati dal centrodestra.

”Si continua con la propaganda e si tolgono altre risorse alla Difesa. Abbiamo sempre criticato la mini-naja, perchè i costi sono elevati e soprattutto perchè non hanno alcuna funzione tranne quella di avvicinare per qualche settimana i giovani alle caserme, senza offrire loro prospettive di lavoro”. Lo dice all’Adnkronos Rosa Villecco Calipari, vicepresidente dei deputati del Pd, criticando la decisione della Difesa di procedere ad un altro corso “Vivi le Forze Armate. Militare per tre settimane”, il terzo quest’anno, iniziativa studiata per avvicinare i giovani al mondo delle stellette. Per l’esponente democratica, ”oltre a fare retorica, di fatto il governo ha operato tagli lineari alle forze armate. Ma la qualità e i diritti dei lavoratori militari sono stati sempre penalizzati in questi anni di governo di centrodestra”, conclude Calipari. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.