Difesa: il Capo di Stato Maggiore in Sud Africa visita il 30° Gruppo navale

binelli-mantelli-sud-africaCape Town, 6 feb – Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, in visita in Sud Africa in occasione della sosta nel porto di Cape Town, dal 5 al 10 febbraio, del 30° Gruppo Navale ha incontrato ieri mattina a Pretoria, presso lo Stato Maggiore della Difesa sudafricana, il suo omologo Generale Solly, Zacharia Shoke.

Durante l’incontro, si è prevalentemente discusso della prospettiva di cooperazione bilaterale e degli impegni operativi all’estero delle rispettive Forze Armate. Al riguardo, è stata evidenziata la notevole importanza del contributo alla Sicurezza Internazionale che i rispettivi Paesi stanno assicurando attraverso la partecipazione unilaterale ovvero nell’ambito di coalizioni multinazionali nelle diverse aree di crisi.

Un impegno costante che grazie alla sinergie delle forze messe in campo anche da parte degli altri attori internazionali contribuisce ormai da tempo a contrastare le più diffuse e crescenti forme di minaccia (terrorismo, attività illecite delle organizzazioni criminali, attacchi contro la libera circolazione marittima) ed a sostenere, soprattutto attraverso le attività di capacity building, i Paesi alle prese con programmi di stabilizzazione e ricostruzione.

Nella stessa mattinata, il Capo di SMD, accompagnato dal Presidente dell’Associazione Zonderwater Block Ex Prigionieri di Guerra, Ing. Emilio Coccia, ha reso omaggio ai 252 prigionieri italiani della Seconda Guerra Mondiale che persero la vita durante gli anni della prigionia e che sono sepolti nel Cimitero Militare di Zonderwater, alla periferia di Pretoria.

Dopo aver raggiunto il Gruppo Navale a Cape Town, l’Ammiraglio Binelli Mantelli ha visitato nella giornata odierna le unità del 30° Gruppo Navale, al comando dell’Ammiraglio di Divisione Paolo TREU, ivi ormeggiate ed incontrato i rispettivi equipaggi. Rivolgendosi agli uomini ed alle donne di Nave “Cavour”, della Fregata “Bergamini” e della Nave Logistica “Etna”, nonché al personale delle numerose aziende e delle organizzazioni umanitarie nazionali che stanno prendendo parte alla campagna, il Capo di SMD ha espresso la propria soddisfazione per gli eccellenti risultati di presenza ed addestrativi finora conseguiti, il lodevole livello di cooperazione con le Forze Armate e le comunità locali dei numerosi Paesi visitati e per l’esemplare condotta tenuta in tutte le circostanze, tangibile dimostrazione di un “sistema Paese Italia” che funziona.

binelli-mantelli-sud-africa1«A prescindere dall’incarico e dalle responsabilità di ognuno – ha detto Binelli Mantelli – , grazie al diuturno impegno, alla grande professionalità ed all’elevatissimo senso di responsabilità e di disciplina, voi tutti rappresentate al meglio il nostro Paese all’estero. Siete i migliori portabandiera dell’Italia e delle sue Forze Armate e i più affidabili testimoni delle eccellenze della nostra Nazione. Sono orgoglioso per quello che fate tutti i giorni e per l’incondizionata dedizione per il vostro mestiere».

Nel corso della visita, l’Ammiraglio Binelli Mantelli si è intrattenuto con i bambini sudafricani operati a bordo del “Cavour” dai chirurghi della onlus “Operation Smile” ed altri ancora visitati a bordo di Nave “Etna” dai medici della fondazione Francesca RAVA.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.