Difesa, Di Paola: Forze armate ridotte ma moderne ed efficaci

di-paola-tagliIl piano di revisione procede celermente. Roma, 18 gen – “Il lavoro per il piano di revisione dello strumento militare procede celermente”. E’ quanto riferisce il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola nel corso della audizione davanti alle commissioni Esteri e Difesa riunite congiuntamente al Senato. Il piano, sottolinea il ministro, è legato anche alla “diminuzione delle risorse disponibili” e dunque richiede “una revisione complessiva delle dimensioni del nostro strumento militare, agendo a tutto campo: sul personale, sulle strutture di vertice centrali e periferiche, sui programmi di rinnovamento delle capacità. Quello che non può essere sacrificato – avverte Di Paola – è la capacità operativa complessiva del nostro strumento militare, per il suo ruolo a tutela della sicurezza interna e internazionale”.

Dunque, forze armate dai numeri “più contenuti” ma al tempo stesso “più moderne ed efficaci”. Con una “revisione complessiva, analitica, dettagliata e onnicomprensiva” su cui il ministro della Difesa assicura: “Non mancherò di esporre il piano al Parlamento, dopo il doveroso passaggio al governo e al Consiglio Supremo della Difesa, che il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha già fissato al Quirinale per l’8 febbraio prossimo”.

100 militari in Libia

Intanto, ha riferito Di Paola, nel 2012 verranno dispiegati in Libia un centinaio di militari italiani nell’ambito di accordi di cooperazione nel settore della sicurezza e della difesa. “Ci accingiamo ad avviare una cooperazione nel settore della sicurezza e della difesa che riguarderà l’addestramento, lo sminamento e la sorveglianza del territorio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.