Difesa: allo studio areonavi che rilasciano uno sciame di mini-droni

mini-droniLondra, 20 lug. – Una nuova tecnologia a metà strada tra missili e droni senza pilota potrebbe rivoluzionare l’industria militare. MBDA, una joint venture tra le aziende areospaziali europee BAE Systems, EADS e l’italiana Finmeccanica ha infatti presentato il suo nuovo concept di un veicolo aereo in grado di rilasciare uno sciame di piccoli droni, che possono disperdersi e tenere sotto controllo un’area maggiore.

“Abbiamo chiesto ai nostri ingegneri come potrebbero essere gli areoveicoli militari nel 2030”, ha spiegato un portavoce della MBDA al Farnborough Airshow in Gran Bretagna, dove il concept è stato reso pubblico per la prima volta. “Come un caccia moderno che trasporta missili sotto le ali, il nostro drone principale ne trasporta altri più piccoli adatti a missioni di ricognizione su una vasta area”, ha concluso. (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.