Difesa: al via in Germania l’esercitazione multinazionale “Combined Endeavour 2013”

Combined-Endeavour-2013Impegnati sistemi C4 interforze con la partecipazione, per l’edizione 2013, della brigata trasmissioni dell’E.I. e del reparto sistemi informativi automatizzati dell’A.M. Roma, 20 set – Si prolungherà fino al 26 settembre 2013 presso la base dell’esercito US EUCOM – UNITED STATES EUROPEAN COMMAND di Grafenwoehr (Germania) la 19ª edizione dell’esercitazione interforze e multinazionale denominata “Combined Endeavour”.

La Combined Endeavour è un’attività addestrativa annuale, organizzata e condotta dal Quartier Generale dell’United States European Command (USEUCOM), ed è finalizzata alla condotta di prove di interoperabilità tra tutti i sistemi di telecomunicazione impiegati dai Paesi membri della NATO e dagli aderenti alla PfP (Partnershi for Peace). La partecipazione nazionale all’esercitazione, è in linea ad obiettivi approvati dallo Stato Maggiore Difesa e persegue chiari intenti operativi finalizzati al training specialistico delle unità C4 (Comando, Controllo, Comunicazione e Computering) delle F.A., di prossimo impiego operativo ed all’attività di testing di sistemi CIS (Communications and Information Systems) a supporto delle operazioni correnti, NRF (NATO Responce Forces) e JRRF (Joint Rapid Reaction Forces).

Gli assetti C4 impiegati nell’attuale edizione, in dotazione all’Esercito ed all’Aeronautica, costituiscono il “cuore e la spina dorsale” di questa importante attività addestrativa che darà la possibilità di verificare la capacità militare di interoperabilità tra i sistemi di comunicazione delle nazioni partecipanti, per lo sviluppo di attività militari condotte in seno alla NATO o nelle coalizioni multinazionali. In occasione del Distinguished Visitor (DV) day – 19 settembre 2013 – l’Ammiraglio D. Alessandro PIROLI, quale rappresentante del Comando Operativo di Vertice Interforze (COI), ha preso parte all’ evento accompagnato dal Generale B. Alfonso MIRO, Comandante della Brigata Trasmissioni dell’Esercito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.