Di Paola, guerra in Mali: manderemo militari italiani

guerra-maliRoma, 22 gen – La stabilizzazione del Mali, e più in generale del Sahel, “è di un’importanza fondamentale” ed è dunque necessario che “la comunità internazionale dia un appoggio e un supporto alla situazione”. Lo dichiara il ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, nel corso del suo intervento nella Sala del Mappamondo a palazzo Montecitorio, davanti alle commissioni congiunte Esteri e Difesa della Camera e del Senato.

Di Paola anticipa che l’Ecowas, la Comunità economica degli Stati africani occidentali, “si sta mobilitando per accelerare il suo contributo. Si parla oggi di una forza che dovrà raggiungere i 4.000 uomini e in cui la parte del leone sarà svolta dalla Nigeria, che ha promesso un contingente di 1.200 uomini, con un totale di undici Paesi, oltre al sostegno richiesto ad altri Stati fuori dall’Ecowas”. Quanto alla Ue, “ha dichiarato la necessità di accelerare lo schieramento della missione in Mali, che attualmente è previsto in 250 persone ma che potrebbe crescere fino a 500 persone, incluso un contributo italiano di 15 unità estendibili fino a 24, di addestramento alle forze armate maliane”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.