Caso Fucilieri, Mauro: no a personalismi, interesse per i connazionali prevale su comunicazione

mauro-marioRoma, 30 mag – ”Molti mi hanno chiesto di andare a trovare i Marò, che sento periodicamente sia in videoconferenza che al telefono come i loro famigliari, ma noi ci siamo dati una regola semplice: no ai personalismi, si va e si fa quello che l’inviato speciale dice, perchè il metodo comprende il fatto che la vita e l’interesse di questi nostri connazionali è un bene molto più grande di un aspetto di comunicazione”.

Lo ha detto il ministro della Difesa, Mario Mauro, in un’intervista a Unomattina.

L’impegno del governo sulla vicenda ”è stato assunto dal Presidente Letta nel discorso all’inizio del suo mandato”. In questo senso, ha spiegato, ”si è voltato pagina, perchè abbiamo riconfermato l’inviato speciale Staffan De Mistura allocandolo presso la Presidenza del Consiglio e con un concerto dei vari Ministeri abbiamo cercato di dare un metodo, mettere tutto il peso di cui è capace la politica sulla stessa mattonella per conseguire questo obiettivo”. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.