Avvocato Carta: pronto ad impugnare ogni ulteriore proroga della rappresentanza militare

carta-skyRoma, 23 gen – “La farsa dei delegati della rappresentanza militare in carica che, tramite le loro amicizie in Parlamento e in spregio ad ogni minimo senso di correttezza, ancora brigano per vedere prorogato il loro mandato dà il segno dell’abbrutimento  e del deficit democratico che caratterizzano il mondo militare italiano”.

Lo afferma l’avvocato Giorgio Carta l’indomani della bocciatura, nelle competenti commissioni parlamentari, della proposta di  prorogare per la terza volta il mandato della rappresentanza militare in carica.

“Ciò che mi amareggia sul piano personale – prosegue l’avvocato Carta – è che fu grazie ad un mio ricorso che alcuni degli attuali membri del Cocer neutralizzarono il provvedimento che prorogava il mandato dei loro predecessori. In quell’occasione, il TAR Lazio sospese il decreto di proroga, ritenendolo illegittimo e antidemocratico, e ordinò che si celebrassero le sacrosante consultazioni elettorali. Quegli stessi militari, che ottennero giustizia contro l’arroganza dei predecessori, si sono da tempo dimenticati del principio giuridico che li aveva ispirati e, non paghi di ben due indecenti proroghe del loro mandato, si adoperano oggi per incassare la terza. Credo che tutto ciò sia inaccettabile e che una nuova proroga potrebbe creare gravi disordini in seno alle nostre forze armate. Per tale motivi, come avvocato, mi metto a disposizione di chiunque vorrà impugnare ogni ulteriore proroga del mandato di rappresentanza in carica, anche a costo di far promuovere un giudizio dinnanzi alla Corte costituzionale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.