Afghansitan: militare italiano ferito nell’esplosione di un ordigno

militare-feritoRoma, 4 gen – Un militare italiano è rimasto ferito in seguito all’esplosione di un ordigno in Afghanistan. Lo si apprende da fonti militari.

Il militare ferito è un fante di Marina del Reggimento San Marco. L’attentato si è verificato nel distretto del Gulistan, nell’ovest dell’Afghanistan dove è schierato il contingente italiano. L’ordigno è esploso al passaggio di un convoglio di mezzi blindati: il “Lince” preso di mira ha comunque retto all’urto e per solo uno dei militari a bordo ci sono state lievi conseguenze. Il marò del San Marco è stato evacuato in elicottero all’ospedale militare da campo italiano di Farah, da dove ha potuto parlare personalmente con i familiari, tranquillizzandoli sul suo stato di salute.

L’attentato, riferiscono al comando del contingente italiano ad Herat, è avvenuto alle 16.15 locali (le 12.45 in Italia), a circa 12 chilometri a nord est dall’area della base avanzata ”Lavaredo”, nel corso dell’operazione “Souther Slash”, condotta dal 152° Reggimento “Sassari” e dal Reggimento “San Marco” volta a ”contrastare l’infiltrazione di insorgenti nell’area”. Durante una pattuglia operativa, un blindato “Lince” della task force sud-est, su base reggimento San Marco della Marina Militare, è stato coinvolto nell’esplosione di un ordigno improvvisato in seguito alla quale un militare italiano è rimasto leggermente ferito. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.