Afghanistan: pozzi e strade realizzati dai militari italiani

afghanistan-militari-MurghabRoma, 17 dic – Progetti di assistenza in favore della provincia di Herat, per un valore di oltre mezzo milione di euro, sono stati portati a termine in questi giorni dal Provincial Reconstruction Team italiano, l’unità militare specializzata nella ricostruzione e sviluppo che opera nell’ambito del contingente nazionale in Afghanistan. In particolare, nel centro rurale di Cha-Bulbul – abitato da oltre 400 famiglie dedite alla pastorizia, con oltre 7.000 capi di ovini presenti nella zona – sono stati realizzati undici pozzi per l’acqua potabile, mentre altri nove sono stati ripristinati; realizzato anche lo scavo di un canale di raccolta e convogliamento delle acque lungo un chilometro.

Altri due progetti hanno invece riguardato la rete stradale della provincia, con l’apertura dell’ultimo chilometro dell’asse che collega la periferia orientale di Herat al centro della città. Il Prt italiano aveva realizzato in passato numerosi tratti della stessa strada, mentre ha avviato ex-novo i lavori della diramazione che collegherà la Ring Road – la principale arteria viaria dell’Afghanistan, che unisce Herat a Kabul passando per Kandahar e Mazar-e-Sharif – al distretto di Injil, interessato quest’anno da altri quattro progetti del Contingente italiano. Sono stati infine avviati i lavori di un’area da adibire a mercato con una estensione di oltre 130 metri nel distretto di Guzara, a lato della Ring Road e a poche centinaia di metri dall’aeroporto di Herat. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.