Afghanistan: le condizioni dei feriti nell’attacco alla base di Adraskan

afghanistan-base-italiana-gulistanRoma, 26 giu – Sono tre i militari italiani rimasti feriti ieri nell’esplosione di un razzo lanciato nella base di Adraskan, 60 chilometri a sud di Herat. Lo ha precisato il sottosegretario alla Difesa Filippo Milone, in un’informativa alla Camera sulle circostanze dell’attentato in cui ha perso la vita il carabiniere Manuele Braj. Oltre alla vittima, ha riferito Milone, al momento dell’esplosione, all’interno del manufatto, si trovavano: il maresciallo capo Dario Cristinelli, nato a Lovere, Bergamo, il 13 settembre 1974, proveniente dalla seconda brigata mobile carabinieri di Livorno, capo nucleo addestramento e presente in garitta per impartire disposizioni di dettaglio; l’appuntato Enrico Filippo Napolitano, nato a Torino il 5 marzo 1979, proveniente dal settimo reggimento carabinieri Trentino-Alto Adige, istruttore; e il carabiniere scelto Emiliano Asta, nato ad Alcamo, Trapani, il 30 dicembre 1982, proveniente dal settimo reggimento carabinieri Trentino-Alto Adige, istruttore.

In particolare, Cristinelli avrebbe riportato diverse fratture al braccio sinistro che gli è stato operato durante la notte per cercare di ripristinare la vascolarizzazione. Mentre il carabiniere scelto Asta ha subìto fratture a tibia e perone sinistri, al perone destro e all’astragalo destro, e stamattina è stato operato “per la rimozione di alcune schegge”. Subito dopo la deflagrazione, i connazionali sono stati prontamente trasportati presso l’ospedale militare statunitense Role 2 di Shindand e, nella stessa serata, all’ospedale militare anglo-statunitense Role 3 di Camp Bastion, provincia di Helmand, per le ulteriori cure e interventi del caso, ha detto ancora il sottosegretario, annunciando che per il maresciallo capo Cristinelli e il carabiniere scelto Asta si sta valutando il trasferimento nella struttura ospedaliera di Ramstein, in Germania, che potrebbe avvenire in serata o nella mattinata di domani.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.