Afghanistan: la NATO sospende l’addestramento degli agenti afgani

afghanistan-addestramento-agentiPer controllare nuovamente i loro profili ed evitare infiltrazioni. Kabul, 2 set – Il comando delle forze speciali americane in Afghanistan ha sospeso temporaneamente l’addestramento di un migliaio di poliziotti afgani, in attesa di una nuova verifica delle loro identità, per evitare infiltrazioni da parte dei talebani. Lo ha annunciato la Nato.

La misura riguarda solo le nuove reclute della polizia locale afgana (Alp), che vengono addestrate dalle forze Usa, ha precisato all’Afp un portavoce dell’Isaf, la forza armata della Nato in Afghanistan. Il reclutamento degli agenti dell’Alp è assai opaco, e ciò moltiplica i rischi di infiltrazioni nei suoi ranghi da parte di ribelli o criminali. “Le operazioni in corso fatte in partnership proseguiranno, mentre sospendiamo temporaneamente l’addestramento di crica mille nuove reclute dell’Alp”, ha sottolineato il colonnello Thomas Collins, un altro portavoce dell’Isaf, in un comunicato. Per ragioni di sicurezza verranno controllati nuovamente anche i profili degli agenti già in servizio nell’Alp. (TMNews/Afp)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.