Afghanistan: italiani scoprono un deposito di esplosivo, 6 arresti

italiani-afghani-esplosivoHerat (Afghanistan), 12 gen. – Sei presunti “insurgent” arrestati e il sequestro di esplosivo per il confezionamento di ordigni del tipi IED è il bilancio dell’operazione “The discovery of the north 2” condotta in Afghanistan da militari italiani, con forze afghane, nel settore sud dell’area di responsabilità del Comando Regionale Ovest (RC-West), a guida della Brigata “Sassari” comandata dal generale Luciano Portolano.

L’operazione, condotta dalla Task Force South, su base 152° Reggimento “Sassari”, dalle forze di sicurezza afgane (Afghan National Security Forces- ANFS) e da nuclei del Genio militare di altre forze della coalizione ISAF, ha avuto come obiettivo – dice un comunicato dell’ufficio dell’informazione del Comando Regionale Ovest – quello di contrastare l’espansione del terrorismo in due distretti distanti circa 50 km dalla citta’ di Farah. L’operazione “The discovery of the north 2” si inquadra nelle attività operative che il Comando di RC-West pianifica e coordina per contrastare le attività terroristiche degli “insurgent” favorendo la libertà di movimento e la sicurezza in tutta l’area di responsabilità. (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.