Afghanistan: i militari italiani cedono responsabilità della sicurezza nel distretto di Murghab

afghanistan-militari-MurghabHerat – La Task Force North (su base 8° Reggimento Bersaglieri) ha ceduto, nei giorni scorsi, la responsabilità della sicurezza nell’area nord (distretto di Murghab) del Regional Command West, dove ha operato per sei mesi, ad unità dell’Afghan National Army (ANA). E’ quanto comunica lo Stato maggiore della Difesa in una nota.

L’uscita della Bandiera di Guerra del reggimento dalla FOB (Forward Operative Base) COLUMBUS ha ufficialmente sancito il passaggio di responsabilità con i militari afgani, nel rispetto della time-line concordata con il Governo di Kabul e gli alleati della NATO. Dopo sei mesi di attività operativa, in cui la Task Force che ha sempre respinto gruppi di insorti, e di iniziative a favore della popolazione locale per migliorarne le condizioni di vita, i bersaglieri dell’8° si sono trasferiti a Camp Arena (Herat), in attesa del rientro in Patria che avverrà nei prossimi giorni.

Nelle settimane precedenti si era già proceduto alla cessione dei COP (Combat Out Post) ed allo smantellamento di quelli ritenuti non più necessari per il prosieguo delle operazioni. La cessione di un’intera area alle forze di sicurezza afgane, unitamente a quella del Gulistan avvenuta nel mese di luglio, rappresenta una conferma del rispetto dei tempi prefissati per la transizione e della acquisita capacità delle forze armate afgane di pianificare e condurre operazioni autonome per contrastare l’insorgenza.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.