Afghanistan, attacco ai militari italiani: una vittima e tre feriti

afghanistan-esercitoE’ il capitano Giuseppe La Rosa. Roma, 8 giu – “Nella mattinata di oggi alle ore 10.30 locali (0700 italiane) un VTLM Lince appartenente ad un convoglio del Military Advisor Team della Transition Support Unit South (TSUS) che stava rientrando nella base di Farah, dopo aver svolto attività in sostegno alle unità dell’esercito afghano, è stato oggetto di un attacco da parte di elementi ostili a seguito del quale un militare italiano è rimasto ucciso ed altri tre hanno riportato ferite”.

Lo riferisce una nota dello Stato Maggiore della Difesa

“Un elemento ostile – spiegano dallo Stato Maggiore – ha lanciato un ordigno esplosivo all’interno del primo dei tre mezzi del dispositivo della TSU south. Il mezzo presumibilmente rallentato dal traffico nei pressi di un incrocio dopo l’ esplosione rientrava autonomamente presso la base di Farah. Sono in corso accertamenti per chiarire la dinamica dell’accaduto”.

Capitano-Giuseppe-La-RosaIl Capitano Giuseppe La Rosa“A seguito dell’attacco il Capitano Giuseppe La Rosa nato nel 1982 a Barcellona Pozzo di Gotto (ME) celibe, effettivo al 3° reggimento Bersaglieri , è deceduto sul colpo, mentre altri tre militari rimasti feriti sono effettivi rispettivamente, al 82° Reggimento Fanteria “Torino” (Barletta) ed all’8° reggimento Bersaglieri.

I militari feriti, subito soccorsi e trasferiti all’ospedale di Farah non versano in pericolo di vita.

Le famiglie dei militari coinvolti nello esplosione sono state avvertite.

Il capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, a nome delle Forze Armate e suo personale, esprime ai familiari del Capitano Giuseppe La Rosa il profondo cordoglio per la scomparsa del proprio congiunto.

L’Ammiraglio Binelli esprime inoltre al Capo di SME, Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, la propria accorata tristezza e i sentimenti di vicinanza alla Forza Armata per il lutto che l’ha colpita, unitamente all’auspicio di una pronta guarigione dei militari feriti.

“L’Esercito tutto si stringe, in un ideale abbraccio, attorno ai familiari del Capitano La Rosa, un esempio di dedizione allo Stato Italiano ed ai suoi valori” si legge in una nota dello SME. “Ai tre militari feriti – prosegue la nota -, il Generale Graziano esprime i più sentiti auspici di pronta guarigione”.

Napolitano: profonda commozione ed affettuoso incoraggiamento ai militari feriti

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, appresa con “profonda commozione” la notizia del grave attentato terroristico, in un messaggio ai familiari ha espresso, facendosi interprete del profondo cordoglio del Paese di fronte al tragico evento, i “sentimenti della sua affettuosa vicinanza e della più sincera partecipazione al loro grande dolore”.

Salgono a 53 le vittime italiane in Afghanistan

Con l’attacco di oggi in cui ha perso la vita il capitano dei Bersaglieri Giuseppe La Rosa, salgono a 53 i militari italiani morti in Afghanistan dal 2004, quando iniziò la missione Isaf. Di questi, la maggioranza è rimasta vittima di attentati e scontri a fuoco, altri invece sono morti in incidenti, alcuni per malore ed uno si è suicidato. Ecco i nomi delle vittime:

  • 3 ottobre 2004: Caporal maggiore GIOVANNI BRUNO
  • 3 febbraio 2005: Capitano di fregata BRUNO VIANINI
  • 11 ottobre 2005: Caporal maggiore capo MICHELE SANFILIPPO
  • 5 maggio 2006: Tenente MANUEL FIORITO e maresciallo LUCA POLSINELLI
  • 2 luglio 2006: tenente colonnello CARLO LIGUORI
  • 20 settembre 2006: caporal maggiore GIUSEPPE ORLANDO
  • 26 settembre 2006: caporal maggiori GIORGIO LANGELLA e VINCENZO CARDELLA
  • 24 settembre 2007: agente Sismi LORENZO D’AURIA
  • 24 novembre 2007: maresciallo capo DANIELE PALADINI
  • 13 febbraio 2008: maresciallo GIOVANNI PEZZULO
  • 21 settembre 2008: caporal maggiore ALESSANDRO CAROPPO
  • 15 gennaio 2009: maresciallo ARNALDO FORCUCCI
  • 14 luglio 2009: caporal maggiore ALESSANDRO DI LISIO
  • 17 settembre 2009: tenente ANTONIO FORTUNATO, sergente maggiore ROBERTO VALENTE, primo caporal maggiore MATTEO MUREDDU, primo caporal maggiore GIANDOMENICO PISTONAMI, primo caporal maggiore MASSIMILIANO RANDINO, primo caporal maggiore DAVIDE RICCHIUTO
  • 15 ottobre 2009: caporal maggiore ROSARIO PONZIANO
  • 26 febbraio 2010: agente Aise PIETRO ANTONIO COLAZZO
  • 17 maggio 2010: sergente MASSIMILIANO RAMADU’ e caporalmaggiore LUIGI PASCAZIO
  • 23 giugno 2010: caporal maggiore scelto FRANCESCO SAVERIO POSITANO
  • 25 luglio 2010: capitano MARCO CALLEGARO
  • 28 luglio 2010: primo maresciallo MAURO GIGLI e caporal maggiore capo PIERDAVIDE DE CILLIS
  • 17 settembre 2010: tenente ALESSANDRO ROMANI
  • 9 ottobre 2010: primo caporal maggiore GIANMARCO MANCA, primo caporal maggiore FRANCESCO VANNOZZI, primo caporal maggiore SEBASTIANO VILLE, caporal maggiore MARCO PEDONE
  • 31 dicembre 2010: caporal maggiore MATTEO MIOTTO
  • 18 gennaio 2011: caporal maggiore LUCA SANNA
  • 28 febbraio 2011: tenente MASSIMO RANZANI
  • 4 giugno 2011: tenente colonnello dei carabinieri CRISTIANO CONGIU
  • 2 luglio 2011: Caporal maggiore scelto GAETANO TUCCILLO
  • 12 luglio 2011: primo caporal maggiore ROBERTO MARCHINI
  • 25 luglio 2011: caporal maggiore DAVID TOBINI
  • 16 settembre 2011: maggiore dei carabinieri MATTEO DE MARCO
  • 23 settembre 2011: tenente RICCARDO BUCCI, caporal maggiore scelto MARIO FRASCA, caporal maggiore MASSIMO DI LEGGE
  • 13 gennaio 2012: tenente colonnello GIOVANNI GALLO
  • 20 febbraio 2012: il caporal maggiore capo FRANCESCO CURRO’, il primo caporal maggiore FRANCESCO PAOLO MESSINEO e il primo caporal maggiore LUCA VALENTE.
  • 24 marzo 2012: Sergente MICHELE SILVESTRI
  • 25 giugno 2012: carabiniere scelto MANUELE BRAJ
  • 25 ottobre 2012: caporale TIZIANO CHIEROTTI
  • 8 giugno 2013: capitano GIUSEPPE LA ROSA.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.