Aeronautica, Mare Nostum: un “Predator B” trova un gommone carico di migranti

predatorRoma, 19 dic – Prosegue con efficacia l’impiego della componente A.P.R. dell’Aeronautica Militare all’interno della Missione Umanitaria “Mare Nostrum”.

Mercoledì 18 Dicembre, durante una missione operativa di un Predator B del 28° Gruppo Volo di Amendola (FG), è stata avvistata un’imbarcazione con a bordo migranti diretti verso le coste italiane.

La missione, richiesta da CINCNAV (Comando in Capo della Squadra Navale) e approvata dall’Air Operation Center (A.O.C.) di Poggio Renatico (FE), aveva lo scopo di effettuare una ricerca all’interno di un’area assegnata per individuare eventuali imbarcazioni dirette verso le coste italiane, con a bordo migranti provenienti dall’Africa.

Alle ore 11.37, l’equipaggio ha avvistato un’imbarcazione sospetta su cui poneva la massima attenzione per caratteristiche fisiche, posizione e direzione. L’Exploitation Data System di Amendola, quindi, ha confermato la presenza di un gommone di circa 12/14 metri di lunghezza, con a bordo diverse decine di persone.

La nave anfibia San Marco della Marina Militare, ha completato le operazioni di trasbordo sulla corvetta Sfinge, dei 98 immigrati, tutti uomini, in buono stato di salute ed appartenenti a varie etnie.

La corvetta Sfinge si trova in queste ore nelle acque antistanti il porto di Pozzallo, dove sono in corso le operazioni di sbarco dei migranti grazie all’ausilio delle motovedette della Capitaneria di Porto.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.