Violenza sessuale su tre donne marinaio, condannato ufficiale di Marina

tribunale_tRoma, 16 lug – Due anni e quattro mesi di reclusione per l’accusa di violenza sessuale: è la condanna inflitta dai giudici della quinta sezione penale del Tribunale di Roma al capitano di corvetta Giovanni De Stefano. Tra il novembre 2008 e il dicembre 2009, secondo l’accusa, De Stefano costrinse tre donne marinaio “abusando della sua autorità a subire ripetutamente carezze e palpeggiamenti in varie parti del corpo, comprese quelle intime, nonchè a subire di essere baciate sulla bocca”.

I giudici hanno anche condannato l’ufficiale al risarcimento del danno in separata sede disponendo tuttavia per le tre donne, parte civile con assistenza dell’avvocato Domenico Naccari, una provvisionale di 6.000 euro ciascuna. A denunciare i fatti furono le tre donne che all’epoca dei fatti avevano 20 anni, stanche di subire le morbose attenzioni del loro superiore. La prima a subire violenza fu C.B. che faceva da autista a De Stefano. (Adnkronos)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.