Velisti alla deriva in Atlantico, interviene la Guardia Costiera italiana

Tosi-Rossi-JrataRoma, 27 gen – La centrale operativa della guardia costiera italiana, nella giornata di ieri, ha raccolto una richiesta di aiuto di due velisti alla deriva al centro dell’oceano Atlantico. Il veneziano Luca Tosi e lo svizzero Andrea Rossi, a bordo del catamarano “Jrata”, erano impegnati nel tentativo di battere il record della traversata Dakar- Guadalupe quando la loro imbarcazione ha subito la rottura di entrambi i timoni di bordo.

La Centrale operativa del Comando generale della guardia costiera di Roma una volta informata dell’accaduto, tramite il sistema satellitare LRT (Long Range Tracking), è riuscita ad individuare un mercantile in navigazione nelle vicinanze e a dirottarlo in soccorso dei velisti in difficoltà, previo accordi con le autorità delle Antille, territorialmente competenti al coordinamento dei soccorsi. La petroliera Genmar Argus, battente bandiera delle isole Marshall, dopo aver raggiunto il catamarano, questo pomeriggio ha provveduto a trarre in salvo i 2 naufraghi, che risultano entrambe in buone condizioni di salute.

Al momento dell’avaria l’imbarcazione si trovava a circa 1000 miglia ad ovest di Capo verde. I velisti sono rimasti per tutto il tempo in contatto con la Centrale operativa di Roma e con il proprio team a terra, grazie al supporto di un telefono satellitare, lo stesso che ha permesso di lanciare la richiesta di aiuto. Attualmente sono diretti in Costa D’Avorio, porto di destinazione del mercantile, dove giungeranno presumibilmente il 2 febbraio.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.