Trafugano anfore: fermati dalla Guardia Costiera

ANFORA400Roma, 22 set – Ieri mattina nelle acque della Sardegna la motovedetta della Guardia Costiera di Porto Torres, nel corso di una normale attività di controllo, ha fermato un motoveliero italiano appartenente a una società di Diving del posto. Nascoste nella stiva dell’imbarcazione i militari hanno scoperto 7 anfore risalenti al IV-V secolo d.c., detenute illecitamente VideoRosso Video.

Secondo quanto appurato successivamente dalla Sovraintendenza dei Beni Archeologici, le anfore sarebbero riconducibili al carico di un relitto sommerso nel sito di Cala Reale, all’interno dell’Area Marina Protetta dell’Asinara. Gli uomini della Capitaneria di Porto hanno provveduto a sequestrare i reperti e a denunciare l’armatore e il comandante del motoveliero. Nel corso di ulteriori controlli presso la sede del Diving sono stati rinvenuti altri reperti e al momento la Magistratura interessata sta procedendo ad autorizzare una perquisizione nei locali della Società e nell’abitazione del proprietario, per verificare l’eventuale presenza di ulteriori reperti appartenenti al patrimonio storico archeologico.


{artsexylightbox path=”images/anfore-gc” previewWidth=”100″ previewHeight=”100″ sort=”asc”}{/artsexylightbox}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.