Taranto, Guardia Costiera: momenti di paura per i bagnanti

guardia_costeraRoma, 29 ago – Continuano serrati, nell’ambito dell’operazione Mare Sicuro, i controlli su tutto il litorale di giurisdizione particolarmente affollato da bagnanti, complici il bel tempo e le temperature elevate di questi giorni.I controlli sono stati indirizzati in particolare nei confronti di stabilimenti balneari per la verifica del rispetto delle misure di sicurezza a tutela dei fruitori del mare. Nel corso di controlli in mare, diverse sono state le contravvenzioni elevate carico  di diportisti indisciplinati e di conduttori di acquascooter, sorpresi a navigare nella fascia dei 200 metri riservata alla balneazione o in orari non consentiti.

Il fine settimana appena trascorso ha purtroppo registrato il decesso di un sub che, per una tragica fatalità, ha perso la vita durante l’attività di pesca subacquea.
Esito positivo ha avuto, invece nella giornata di ieri, un episodio che ha fatto vivere momenti di paura ai bagnanti di una spiaggia libera, in località Lido Silvana. Il conducente di un piccolo gommone, a causa di un onda provocata da un mezzo più grande, è stato sbalzato fuori dal proprio mezzo che ha proseguito la corsa, ormai senza governo, versi gli ignari bagnanti. La prontezza di riflessi di un sottufficiale  della guardia costiera – Capitaneria di porto di Taranto, ancorché fuori servizio, ha consentito di evitare il  peggio. In particolare, il sottufficiale, accortosi che il natante era in veloce avvicinamento alla spiaggia, privo di conducente, ha fatto uscire immediatamente i bagnanti in pericolo, prevalentemente bambini ed ha deviato il mezzo in una zona sicura. L’intervento successivo di personale dipendente ha permesso poi di chiarire l’esatta dinamica dell’incidente, fortunatamente senza conseguenze.             

Notevole è stata, altresì, l’attività per l’assistenza e lo sgombero delle zone di mare interessate dalle operazioni di prelievo di acqua da parte di aerei della Protezione Civile, impegnati nello spegnimento di incendi.

Si ricorda  infine che il numero di riferimento gratuito per le emergenze in mare è il 1530 attivo ventiquattro ore su ventiquattro,  mentre tutte le ordinanze nonché altre utili notizie  potranno essere reperite sul sito istituzionale della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera – di Taranto (www. taranto.guardiacostiera.it)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.