Taranto, celle frigorifere occultate. Guardia Costiera chiude ristorante [VIDEO]

taranto-ristorante-cellePrecarie condizioni igieniche, sequestrati otto quintali di prodotti ittici. Taranto, 21 nov – Circa nove quintali di prodotti alimentari di vario genere, di cui almeno otto di prodotti ittici, sequestrati nella tarda serata di ieri dal personale della Guardia Costiera di Taranto in un noto ristorante del centro cittadino specializzato in cucina tipica giapponese, per lo stato in cui si trovavano a causa delle pessime condizioni di conservazione.

Tutto il prodotto era contenuto in celle frigorifere ubicate in un locale di circa 75 metri quadri, occultato all’interno dei locali cucina, a mezzo di un mobile tipo credenza che ostruendone l’accesso ne impediva la visione; locale trovato tra l’altro in precarie condizioni igieniche e adibito anche alla conservazione di materiale promiscuo quali detersivi, materiale ferroso e pezzi sanitari.

All’interno del locale occultato, risultato abusivoin quanto non contemplato nella documentazione amministrativa del ristorante, erano quindi contenuti tre congelatori a pozzetto ed una cella frigo, con all’interno circa sei quintali di tonno rosso congelato in tranci, tre quintali di prodotti ittici vari, tra cui molluschi e crostacei, prodotto privo tra l’altro di alcuna documentazione che ne accertasse l’origine e la provenienza, ed infine un quintale circa di merce varia, tra cui carne e pollo, anch’essa trovata in pessime condizioni di conservazione.

Lo scenario presentatosi ai militari accertatori ha indotto gli stessi a chiedere l’ intervento in supporto di personale del Dipartimento di prevenzione dell’Azienda Sanitaria locale e riferito quanto accertato alla locale Autorità Giudiziaria, a chiudere immediatamente al pubblico il ristorante, su disposizione del Procuratore della Repubblica di turno, per impedire che l’apertura al pubblico dell’esercizio causasse un grave pregiudizio alla salute pubblica.

Tutte le derrate alimentari, presenti all’interno del locale abusivo sono state quindi sequestrate penalmente apponendo i sigilli alle celle frigorifere ivi presenti e stesso provvedimento è stato adottato nei confronti del locale abusivo.

Il titolare dell’esercizio commerciale è stato quindi denunciato all’Autorità giudiziaria per le pertinenti ipotesi di reato contemplate dalla normativa speciale di settore. L’operazione condotta rientra nella ordinaria attività di vigilanza che il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera svolge sull’intera filiera ittica, dalla fase di pesca a quella di commercializzazione fino a quella finale della consumazione e somministrazione del prodotto nei punti di ristoro, tanto al fine della salvaguardia della salute dei consumatori e dell’affidamento dagli stessi riposto sul rispetto delle norme di tracciabilità del prodotto ittico posto in commercio.

«In qualità di delegato della Rappresentanza Militare – ha dichiarato il maresciallo Antonello Ciavarelli del Cocer Marina – non posso che esprimere soddisfazione per l’alta professionalità espressa dal personale di Taranto in questa circostanza, ma anche di tutti i colleghi che svolgono operazioni di polizia in tutta Italia proprie della Guardia Costiera». «E’ la riprova – aggiunge – dell’imporanza fondamentale che tale attività, svolta dal personale, ha nei confronti dei cittadini, della loro salute e dell’ambiente in cui vivono».


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.