Somalia, pirati sparano contro l’Andrea Doria: nessun ferito

doriaRoma, 22 nov – Questa mattina al largo delle coste somale la nave militare italiana Andrea Doria è stata fatta oggetto di colpi d’arma da fuoco mentre era impegnata nel controllo di un’imbarcazione somala sospettata di attività di pirateria. I militari dell’unità della Marina hanno risposto al fuoco. Non è stato colpito alcun componente dell’equipaggio o del personale che si trovava a bordo della nave italiana.

Lo scontro a fuoco si è verificato alle 6.36 italiane a circa 8 miglia nautiche a sud della località somala di Gaalogod. Mentre si apprestava a compiere una investigazione, il personale della nave Doria imbarcato sui gommoni è stato fatto segno di colpi di arma da fuoco provenienti dall’imbarcazione sospetta. Colpi contro la nave italiana anche da terra. A quel punto i militari hanno risposto al fuoco. Nave Andrea Doria è assegnata come “Flag Ship” alla Task Force 508 , gruppo permanente Nato Snmg1 (Standing NATO Maritime Group 1) al comando del Contrammiraglio Gualtiero Mattesi. Il gruppo navale è impegnato dalla metà di giugno nell’operazione ”Ocean Shield” per il contrasto della pirateria al largo della Somalia.

“In questo momento – dice all’Adnkronos il contrammiraglio Mattesi – l’imbarcazione è all’ancora a poca distanza dalla costa. Ha avuto successo, quindi, l’azione di contenimento volta ad evitare che potesse prendere il largo per portare attacchi ai mercantili in transito”. “Il fatto che l’ispezione di questa mattina si sia svolta in così poca distanza dalla costa può aver dato maggior coraggio ai pirati, che hanno fatto fuoco prima di allontanarsi. Anche in questa circostanza -rileva il comandante della nave italiana- l’equipaggio composto da militari del reggimento San Marco che conduceva l’ispezione ha saputo comportarsi egregiamente mettendo in atto tutte le misure previste in questo tipo di situazioni e rispondendo al fuoco”. L’unità della Marina continuerà “anche nei prossimi giorni ad effettuare le attività di monitoraggio allo scopo di prevenire azioni di pirateria ai danni dei mercantili di passaggio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.