Sardegna: dieci velisti salvati in extremis dalla Guardia Costiera

motovedetta-GC-550Roma, 6 mar – Eccezionale salvataggio portato a termine dalla Guardia costiera questa notte al largo della costa occidentale della Sardegna. A causa del mare in burrasca 10 velisti sono finiti in balia delle onde per la rottura del timone della loro imbarcazione, a 35 migli da Oristano. A bordo di “Dralion”, una barca a vela di circa 15 metri, di bandiera maltese, i 10 erano impegnati nelle fasi conclusive della 900 nautiques di Saint Tropez, competizione velica con arrivo e partenza dalla Costa Azzurra.

L’oscurità e le condizioni proibitive del mare (mare 10 da sud est con onde oltre i 7 metri di altezza) hanno reso estremamente complicate le operazioni di recupero dei naufraghi, durate complessivamente 28 ore, che si sono concluse soltanto alle prime luci dell’alba, con il difficile trasbordo di tutto l’equipaggio su una motovedetta classe 300 della Guardia Costiera, in grado di operare in ogni condizione di mare, giunta da Oristano.

Sul posto, la Sala operativa della Capitaneria di porto di Cagliari, coordinatrice dei soccorsi, ha fatto convergere anche tre mercantili, che in virtù della loro stazza hanno favorito le operazioni di salvataggio contrapponendo le proprie murate alle forti raffiche di vento che in quel momento superavano i 50 nodi. Incolumi i componenti dell’equipaggio, tutti stranieri, che hanno raggiunto a bordo della motovedetta il porto di Alghero mentre un rimorchiatore italiano sta tentando il recupero dell’imbarcazione alla deriva.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.