Marina: partito il “Gruppo navale Cavour”. A bordo le eccellenze italiane

logo-missione-cavourCivitavecchia, 14 nov – (dalla nostra inviata Monica Ferdinandi) Ieri alle ore 14.10 la portaerei Cavour ha preso il largo dal porto di Civitavecchia (molo 25) con destinazione Jedda (Arabia Saudita), che sarà il primo porto toccato dalla missione ”Il sistema paese in movimento”.

Il gruppo navale, guidato dall’ammiraglio Paolo Treu, composto inoltre dalla fregata Bergamini, dal pattugliatore Borsini e dalla nave rifornitrice Etna, farà sosta in porti di 13 Paesi africani e 7 del golfo Arabico: Jedda (Arabia Saudita), Gibuti (Gibuti), Abu Dhabi (E.A.U.), Mina Sulman (Barhein), Kuwait City (Kuwait), Doha (Qatar), Mascate (Oman), Dubai (E.A.U.), Mombasa (Kenya), Antseranana (Madagascar), Maputo (Mozambico), Durban (Sudafrica), Cape Town (Sudafrica), Luanda (Angola), Pointe-Noire (Congo), Lagos (Nigeria), Tema (Ghana), Dakar (Senegal), Casablanca (Marocco) e Algeri (Algeria).

«Vedere salpare una nave della flotta per una missione è come “partorire” – ha detto il Capo di stato maggiore della Marina, ammiraglio De Giorgi-; credo in questa missione e nell’attività congiunta con altri paesi per la sicurezza nell’Oceano Indiano e, soprattutto, credo nel nostro equipaggio, immagine di una nazione seria forte e presente, per diffondere prosperità e la sicurezza nel mondo».

«È un progetto ambizioso, un’impresa storica, che parte da lontano e che grazie ai partner ha superato anche lo scoglio dei costi, così da non sottrarre risorse al bilancio. Un’ambasciata itinerante che coniuga in sinergia le risorse dei Ministeri degli Affari Esteri e della Difesa, esempio italiano di efficienza, promozione e solidarietà al servizio dello sviluppo e della sicurezza per la prosperità» ha dichiarato inoltre l’ammiraglio De Giorgi.

I partner coinvolti nel progetto hanno ribadito l’importanza e l’entusiasmo che contraddistinguono la Campagna e le positive ricadute attese per il Sistema Paese.

Il ministro plenipotenziario del ministero degli esteri Luigi Maria Vignali ha sottolineato che «la nostra amministrazione darà il suo appoggio a questa grande iniziativa per tutti gli aspetti importanti per una buona riuscita, la nostra rete di ambasciate è pronta a fornire tutta l’assistenza necessaria». Il Ministero degli Esteri infatti, tramite le sue ambasciate, ha organizzato in maniera dettagliata una serie di eventi e di incontri e «tra questi – ha spiegato De Giorgi – proprio sulla Cavour si terranno anche tre eventi legati ad altrettante feste nazionali con la partecipzione di esponenti istituzionali e commerciali locali e, molto probabilmente, saranno anche siglati degli accordi».

Insomma, come spiega una nota della Marina «una maniera innovativa per svolgere un’attività che privilegia i talenti italiani nel settore dei prodotti e dei servizi, un messaggio di italianità portato nel mondo dai 1200 uomini e donne imbarcati: cuore, menti e braccia dell’Italia».

La missione ”Il sistema paese in movimento”, si concluderà il 7 aprile 2014, e non resta altro che augurare ai nostri marinai, ma anche al nostro Paese che idealmente solcherà i mari sulle nostre navi, “vento in poppa”.


{artsexylightbox path=”images/missione-cavour” previewWidth=”150″ previewHeight=”100″ sort=”asc”}{/artsexylightbox}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.