Marina: nave San Marco tra antipirateria e assistenza umanitaria

san-marco-umanitariaRoma, 3 giu – A tre settimane dal previsto rientro in Patria, Nave San Marco, Flaghsip dell’Operazione NATO antipirateria Ocean Shield alla guida del Contrammiraglio Natale e da ormai 6 mesi in area di operazioni, continua senza sosta le attività di assistenza medica e supporto alla popolazione somala con un appuntamento prezioso per la comunità di Xabo e dintorni nella Somalia nord orientale svoltosi lo scorso 29 Maggio.

L’Unità ed il suo equipaggio hanno fornito nuovamente un importante contributo nel contesto delle attività di confidence building promosse dalla NATO e dalla Marina Militare Italiana a favore delle popolazioni bisognose di assistenza enfatizzando la flessibilità funzionale di questa Unità anfibia capace di soddisfare esigenze prettamente operative – come nel caso dell’Operazione Leonte nel 2006 – ma anche core business secondari quali operazioni umanitarie – come nel caso odierno – assistenza in caso di calamità naturali e piattaforma logistica per i più diversi utilizzi.

Un numero cospicuo di uomini e donne (66, di cui 24 minorenni), sono stati sottoposti a visita dallo staff sanitario di bordo e rifocillati con bevande fresche e cibo, in un contesto organizzativo ormai collaudato, grazie all’instancabile lavoro degli uomini e donne di Nave San Marco che non conoscono stanchezza e fatica nonostante le temperature equatoriali e dopo lunghi mesi di missione.

Il Comandante di Nave San Marco, Capitano di Vascello Massimo Esposito, al termine dell’attività ha ribadito il concetto che “sino a quando il sorriso dei miei uomini e donne sarà riflesso negli occhi vivaci ed innocenti di anche uno solo di questi bimbi che si abbandonano fiduciosi tra le nostre braccia, vorrà dire che il nostro lavoro è utile e prezioso e pertanto sarà irrinunciabile ottemperarvi”.

L’Italia contribuisce all’attività di contrasto alla pirateria nel Corno d’Africa sin dal Dicembre 2008 ed ha assunto il comando dell’Operazione Ocean Shield lo scorso 7 Dicembre. Nave San Marco, Unità Flagship della Task Force, farà rientro in Italia alla fine del mese di Giugno dopo circa 7 mesi di attività in mare.

Le nazioni della NATO, lo scorso 19 Marzo 2012, hanno raggiunto un accordo per prolungare l’Operazione Ocean Shield sino alla fine del 2014.

Al momento, la composizione della Task Force NATO è la seguente :

  • NAVE SAN MARCO – Flag Ship (ITALIA)
  • TCG GOKOVA (TURCHIA)
  • USS NICHOLAS (STATI UNITI)

Galleria immagini


{artsexylightbox path=”images/Marina-San-Marco” previewWidth=”100″ previewHeight=”100″ sort=”asc”}{/artsexylightbox}

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.