Marina Militare, sosta alle isole Bermuda per la Nave Scuola Amerigo Vespucci

Vespucci-velatura-ridottaRoma, 29 mag – La Nave Scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare è arrivata oggi ad Hamilton (Bermuda), terza tappa della Campagna d’Istruzione 2017. L’Unità raggiunge l’arcipelago delle Bermuda dopo la lunga traversata dell’Oceano Atlantico, durata circa 20 giorni, e dopo 16 anni di assenza dalle coste americane.

Martedì 30 maggio, alle ore 15:00 locali (ore 21.00 italiane), il Comandante della nave, Capitano di Vascello Angelo Patruno, terrà una conferenza stampa a bordo durante la quale presenterà la nave e la Campagna d’Istruzione 2017.

Partita dall’Arsenale Militare di La Spezia il 19 aprile scorso per la Campagna d’Istruzione 2017, la “nave più bella del Mondo” ha il compito di addestrare i 79 allievi del 24° corso Volontari in Ferma Prefissata Quadriennale attualmente presenti a bordo, che saranno avvicendati dalla tappa di Montreal con oltre 100 allievi dell’Accademia Navale di Livorno. «Tutti loro porteranno l’eccellenza italiana ed il prestigio delle nostre Forze Armate all’estero, attraverso la partecipazione ad eventi culturali e promozionali, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali dei Paesi ospitanti», spiega la Marina Militare.

Nave Vespucci toccherà durante la Campagna 2017 il Canada (Halifax, Montreal, Quebec City) e gli Stati Uniti (Boston, New York) rappresentando il Paese ed il suo “made in Italy”, in un’area di non usuale gravitazione per la Marina Militare.

Le soste in Nord America saranno inoltre legate ad eventi di grande rilevanza come le celebrazioni per il 150° anniversario della Confederazione Canadese e la partecipazione alla regata internazionale dei velieri “Tall Ships Race 2017”. Tali manifestazioni rappresentano anche l’occasione per incontrare le numerose comunità di italiani che risiedono e lavorano all’estero.

«La Campagna d’Istruzione 2017 di Nave Vespucci – conclude la Marina Militare – riflette una visione internazionale, europea e globale, che tratteggia questo inizio di millennio come “secolo blu”. Quello della “crescita blu” è considerato un fattore chiave su cui puntare per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese in un contesto dove la marittimità rappresenta una risorsa fondamentale per la crescita commerciale, occupazionale e tecnologica».

Media Partner della campagna, che ne seguiranno le varie fasi e tappe, sono: RAI (RAI Italia e Linea Blu), Rtl 102.5, RTV San MARINO, La Stampa, Il Secolo XIX.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.