Marina militare: Medex 13, dialogo italo-algerino per la sicurezza sul mare

medex-13Roma, 20 set – Collaborazione e dialogo Italo-Algerino tra le Marine dei due Paesi. Unità Navali, elicotteri, team subacquei ed anfibi  in addestramento nello Ionio.

Dal 16 al 20 settembre 2013, nelle acque antistanti la rada di Augusta, si è svolta la settima edizione dell’esercitazione bilaterale italo-algerina denominata MEDEX 13. Interazione tra le forze navali dei rispettivi Pesi per promuovere la cooperazione e la pace nella regione mediterranea. L’esercitazione, diretta dal Comando delle Forze da Pattugliamento per la Sorveglianza e Difesa Costiera, ha visto il diretto coinvolgimento di Nave Comandante Bettica, Nave Lipari e della corvetta algerina Djebel Chenoua, unitamente a diversi reparti specialistici, tra i quali un elicottero EH-101 del 3° gruppo di Catania e i team subacquei ed anfibi delle due marine.

Attività di ricerca e soccorso in mare (SAR – Search And Rescue) e operazioni di Maritime Security (MSO) hanno rafforzato l’interoperabilità tra gli Equipaggi italiani ed algerini, culminata nel consolidamento di procedure standard comuni, soprattutto nello scambio informativo tra gli staff operanti presso i comandi delle rispettive flotte. Ciò è stato possibile anche attraverso l’efficace condivisione dati attuata con il sistema Virtual – Regional Maritime Traffic Center (V-RMTC).

La Medex 13 – tra Italia e Algeria – appena conclusa, così come la Canale 13 – tra Italia e Malta – condotta nel mese di giugno, rientrano nelle attività afferenti alla cooperazione e la pace nella regione mediterranea dell’Iniziativa “5 + 5 “. Attiva fin dal 1991, e creata su impulso Italo-Francese, ne fanno parte Italia, Francia, Malta, Portogallo e Spagna dal lato Europeo mentre, per la parte Nord Africana, ne fanno parte Libia, Algeria, Marocco, Mauritania e Tunisia. La cooperazione sub-regionale dei 5+5 ha raggiunto ottimi livelli di dialogo nel campo politico e, soprattutto, nel campo delle tematiche legate alla sicurezza e cooperazione militare sul mare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.