Marina militare: Ammiraglio La Rosa all’International seapower symposium

ISSRoma, 15 ott – Dal 6 al 9 ottobre, il capo di Stato maggiore della Marina militare, l’ammiraglio di Squadra Paolo La Rosa, ha partecipato alla diciannovesima edizione dell’International seapower symposium (Iss) che la Marina statunitense organizza ogni due anni presso il Naval war college di Newport nel Rhode Island. La presenza di oltre cento delegazioni, quasi tutte rappresentate a livello di vertice delle Marine, ha reso l’edizione 2009 la piu’ ampia in termini di partecipazione nella storia dell’Iss. Durante il proprio intervento, centrato sulla regione del Mediterraneo allargato, il capo di Stato maggiore, ha evidenziato il collegamento ideale e concettuale tra il Simposio internazionale e quello regionale tra le Marine dei Paesi del Mediterraneo e del Mar Nero, organizzato dalla Marina italiana, a Venezia, in anni alterni rispetto a Newport.

L’ammiraglio La Rosa ha messo in evidenza l’efficacia di un approccio “federativo” nella condivisione delle informazioni per la sicurezza delle linee di comunicazione marittima e quindi l’opportunita’ della ricerca di collegamenti tra i sistemi di monitoraggio dei traffici via mare. La sperimentazione di questo profilo di condivisione dati e’ stata gia’ avviata con successo attraverso lo sviluppo del progetto denominato Trans-regional maritime network (T-Rmn). Si tratta di una iniziativa promossa dalla Marina italiana che permettera’ il collegamento del Virtual regional marittime traffic centre (V-Rmtc) con gli analoghi sistemi sviluppati al di fuori dell’area mediterranea dalle Marine di Brasile (sistema Sistram), Singapore (sistema Oasis) ed India (sistema Msis).

la_rosa

Ammiraglio di Squadra Paolo La Rosa

La presentazione dell’ammiraglio La Rosa ha suscitato l’attenzione dell’uditorio in quanto ha introdotto anche temi di comune interesse ed attualita’ tra cui la necessita’ di una visione ed un orientamento delle moderne strategie in chiave “mare-centrica” (sea-centric) che valorizzi adeguatamente la crescente centralita’ dei mari nell’equilibrio del sistema politico ed economico mondiale. In generale, e’ emersa l’importanza del ruolo delle Marine nel promuovere la cooperazione tra Paesi costieri, con un beneficio di cui giova l’intera comunita’ internazionale, incluse le nazioni continentali. Questo storico ruolo delle Marine si poggia sulla comunanza di valori, cultura e procedure operative che caratterizza i marinai, di ogni epoca e di ogni nazionalita’. La presentazione dell’ammiraglio La Rosa ha suscitato l’attenzione dell’uditorio in quanto ha introdotto anche temi di comune interesse ed attualita’ tra cui la necessita’ di una visione ed un orientamento delle moderne strategie in chiave “mare-centrica” (sea-centric) che valorizzi adeguatamente la crescente centralita’ dei mari nell’equilibrio del sistema politico ed economico mondiale. In generale, e’ emersa l’importanza del ruolo delle Marine nel promuovere la cooperazione tra Paesi costieri, con un beneficio di cui giova l’intera comunita’ internazionale, incluse le nazioni continentali. Questo storico ruolo delle Marine si poggia sulla comunanza di valori, cultura e procedure operative che caratterizza i marinai, di ogni epoca e di ogni nazionalita’. (Velino)

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.