Marina, concluso quinto meeting su sorveglianza marittima

vrmtcRoma, 03 dic – Nel segno della continuità che contraddistingue l’impegno della Marina militare nell’ambito del dialogo e della cooperazione internazionale a favore di una efficace sicurezza marittima , dal 24 al 27 novembre si è tenuto a Roma il quinto meeting annuale sulla sorveglianza marittima, a cui hanno preso parte delegazioni di 36 Marine, gran parte delle quali aderenti al programma V-Rmtc “Virtual regional maritime traffic centre”, la rete virtuale che collega le Marine militari per la condivisione dei dati relativi al traffico mercantile, oppure coinvolte nel piu’ ampio progetto trans-regionale denominato Trans-regional maritime network (T-Rmn). La partecipazione all’evento di numerosi Paesi osservatori testimonia il crescente interesse a queste iniziative da parte di molte nazioni anche al di fuori dell’area mediterranea, quali Cina, Kenya, Indonesia, Norvegia, Nuova Zelanda, Messico e Perù, verso la realizzazione di un modello per la sorveglianza marittima globale.

La federazione del V-Rmtc con simili realtà extra-regionali quali il sistema brasiliano Sistram, il sistema indiano Msis e quello di Singapore Oasis, rappresenta un innovativo approccio alla sorveglianza marittima: un progetto federativo volto a conseguire la massima sinergia tra le Marine a livello mondiale. Le delegazioni intervenute hanno convenuto sulla centralità e sull’importanza che riveste oggi l’ambiente marittimo e concordando sulla necessità di affrontare le moderne sfide in materia di sorveglianza marittima attraverso la valorizzazione delle iniziative regionali e del ruolo centrale delle Marine, attori principali del complesso scenario marittimo. (Velino)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.