Maresciallo della Marina militare ucciso a colpi di chiave inglese dal figlio

roccaforzataRoccaforzata (TA), 8 feb – Una discussione per futili motivi, mentre pranzavano, sarebbe stata oggi pomeriggio alla base dell’omicidio del maresciallo della Marina militare in pensione Biagio Nicolardi
, di 54 anni, da parte del figlio Michele, di 30, che è stato arrestato. Il sottufficiale, secondo la ricognizione del medico legale, sarebbero stato ucciso con numerosi colpi inferti alla testa con una chiave inglese e non con due coltellate all’addome, come si era appreso in un primo momento, che gli avrebbero causato ferite non letali. Al momento dell’uccisione nell’abitazione c’erano anche la moglie e l’altro figlio della vittima. I carabinieri hanno sequestrato il coltello da cucina e la chiave inglese nonchè un flacone vuoto di un antidepressivo. La lite tra padre e figlio sarebbe iniziata a tavola, all’ora di pranzo, e proseguita nella camera da letto del genitore dove Biagio Nicolardi è stato dapprima colpito con le due coltellate e infine ferito a morte con la chiave inglese. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.