Liguria, Guardia Costiera: sequestrate 26 ton. di prodotti ittici

guardia-costiera-liguriaGenova, 19 apr – Si è appena conclusa un’intensa attività di vigilanza sulla pesca marittima e lungo la filiera ittica commerciale, coordinata dalla Direzione Marittima di Genova. Oltre 26 tonnellate di prodotti ittici sequestrati, 18 di violazioni accertate, per 79.000 euro di sanzioni amministrative, sono il risultato di una complessa operazione denominata “SPRING FISH 2014” eseguita dalla Guardia Costiera figure, mirata alla tutela dei consumatori e delle risorse ittiche.

Le attività di vigilanza sono state svolte in mare, a terra presso i punti di sbarco, mercati ittici, ipermercati, pescherie, centri di distribuzione all’ingrosso, depositi, fino alla ristorazione. Lo scopo dell’operazione è stata la verifica dell’osservanza della normativa comunitaria e nazionale nella vendita dei prodotti ittici sia all’ingrosso che al dettaglio, sulla tracciabilità, etichettatura, e al contrasto della pesca illegale e alle frodi in commercio ai danni del consumatore finale. Le ispezioni sono state estese dalla Liguria alla Lombardia, Piemonte e nella parte occidentale dell’Emilia Romagna.

Dalle ispezioni è emerso come a Milano il Nucleo Ispettivo della Capitaneria di Porto di Genova ha posto sotto sequestro oltre 26 tonnellate di specie ittiche presso tre depositi di grossisti cinesi, in quanto l’etichettatura sulle confezioni non corrispondeva alla tipologia di prodotto ispezionato ai fini della corretta tracciabilità per la immissione nella filiera commerciale e sulle corrette informazioni previste per il consumatore finale.

A Cuneo, invece, i militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Sanremo hanno deferito alla locale Autorità Giudiziaria il titolare di un centro all’ingrosso per tentata frode in commercio in quanto commercializzava tranci di tonnarello per il più pregiato e ricercato tonno rosso.

In mare, nelle acque di Genova, due motopescherecci sono stati rilevati dai sensori in dotazione alla Sala Operativa della Direzione Marittima genovese e successivamente intercettati da un mezzo navale della Guardia Costiera, intenti ad esercitare l’attività di pesca con l’apparato di rìlevazione satellitare non funzionante e dunque sanzionati. Una rete di oltre 200 metri è stata sequestrata a carico di ignoti da una Motovedetta nelle acque del Circondario Marittimo di Santa Margherita Ligure. Si è trattato di una intensa programmazione sui controlli ed ispezioni proprio nell’imminenza delle festività pasquali, che come noto registra un aumento del consumo di prodotti ittici.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.