Libia:in azione Tornado, Eurofighter e gli aerei della Marina italiana

av8b_4Roma, 29 mar – Caccia Tornado ed Eurofighter dell’Aeronautica militare e, per la prima volta, velivoli AV8B decollati dalla portaerei Garibaldi, sono entrati oggi in azione nell’ambito delle missioni “Odyssey Dawn” e “Unified Protector”, per il rispetto dell’embargo delle armi e l’attuazione della “no fly zone” in Libia. In particolare, rende noto lo Stato maggiore della Difesa, ”sono stati utilizzati in missione di pattugliamento aereo due coppie di caccia Eurofighter 2000 Typhoon dell’Aeronautica militare, in forza al 4° Stormo di Grosseto e attualmente rischierati sulla base di Trapani Birgi.

I primi due velivoli sono decollati intorno alle 11 e sono rientrati alle 13.30. La seconda coppia è decollata intorno alle 12.30 ed è rientrata alla base siciliana alle 14.30”. Dalla portaerei Garibaldi, poi, ”due coppie di velivoli AV8B II Plus a decollo verticale, della Marina militare italiana, si sono alzati in volo per effettuare due missioni di pattugliamento per la difesa aerea del dispositivo navale”. Nell’ambito dell’operazione “Odyssey Dawn”, si sono poi svolte due missioni composte da due coppie di Tornado Ecr e relativi velivoli per il rifornimento in volo. Anche ieri si erano alzati in volo due Tornado Ecr, con il supporto di altri velivoli per il rifornimento. (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.