Le Capitanerie di Porto premiano i racconti di mare

poesiedalmareRoma, 10 ott – Far entrare il mare nelle storie e nella vita quotidiana: questo il vero scopo del Premio letterario “Non lo spegni il mare” indetto dalle Capitanerie di Porto e concluso ieri, a Viareggio, alla presenza dell’Amm. Brusco, Comandante Generale della Guardia Costiera.
“Ci impegniamo affinché al mare si pensi anche di inverno e perché questo pensiero coinvolga soprattutto giovani e giovanissimi”.

All’iniziativa, proposta anche nelle scuole, hanno risposto oltre duecentocinquanta autori di ogni età e dalla loro fantasia sono scaturite storie di pescatori e di naviganti di ogni specie, improntate ad un grande amore per il mare ed al suo importante equilibrio ambientale.
I premi, valutati da un’apposita giuria, sono stati consegnati dalle Autorità convenute in una sala affollata del Club Nautico della Versilia.

Primo premio ad una struggente storia d’amore, ambientata nel seicento da Angela Amico in una torre della lontana Vendicari , in Sicilia, che ha convinto tutti i membri della giuria: tra questi Giulio Guazzini, noto velista e giornalista televisivo.
Ai racconti del concorso, raccolti in un libro che è stato presentato per l’occasione, si sono unite le immagini vincitrici del premio fotografico “Un mare di passione”, portate in mostra e anch’esse dedicate a personaggi e a volti legati al mare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.