La Guardia Costiera di Bari salva due israeliani dispersi in Perù

COSPAS-SARSATRoma, 15 set – La stazione satellitare Cospas-Sarsat di Bari sita e gestita dagli uomini della Guardia Costiera ha permesso di salvare due cittadini Israeliani che si erano dispersi  in Perù nella regione montuosa del Cajatambo. Nella serata di ieri, infatti, gli apparati della stazione satellitare della Guardia Costiera di Bari hanno captato un segnale di soccorso lanciato da un dispositivo di soccorso sulla banda terrestre.

Le successive immediate indagini portavano a identificare tale segnale come proveniente da due cittadini israeliani che si trovavano in un ‘area montuosa del Perù.

Venivano, pertanto, allertate le Autorità di Israele e da queste le Autorità Peruviane che disponevano le relative attività di ricerca e soccorso. Ricerche che si accentravano nell’area indicata dal personale della stazione satellitare della Guardia Costiera di Bari. Le operazioni si concludevano con il salvataggio dei due cittadini israeliani.

In mattinata le Autorità Israeliane hanno fatto giungere al personale della Guardia Costiera di Bari i più sentiti ringraziamenti per l’attività svolta.

Dall’inizio dell’anno 46 sono state le persone salvate in tutte le parti del mondo.

Il COSPAS-SARSAT è un Sistema Satellitare Internazionale concepito per assistere le operazioni di ricerca e soccorso, ideato da CANADA, FRANCIA, USA e RUSSIA. Al Sistema si sono, poi, associati numerosi altri Paesi del Mondo.

L’area di servizio assegnata all’Italia copre, oltre al nostro paese, altre 18 nazioni appartenenti all’Europa Centro-Orientale, Corno d’Africa e Asia centro Orientale.

La stazione lavora con satelliti ad orbita polare bassa posizionati ad 850-1000 Km di quota e satelliti geostazionari posizionati a 36000 km di altezza che rilanciano a terra i segnale di allarme trasmessi da navi, aerei, persone che si trovano in pericolo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.