INCIDENTI STRADALI: ROMA, DOMICILIARI PER SOTTUFFICIALE MARINA MILITARE

ROMA, 11 SET – E’ agli arresti domiciliari Giacomo Campanelli, di 23 anni, il sottufficiale della Marina, che domenica scorsa a Roma alla guida di una Fiat Punto, ha provocato la morte di due ragazze Giulia Brignone e Valentina Arru, il ferimento di una terza, Valentina Porcelli – che erano a bordo dell’auto – e il ferimento di una coppia che si trovava a bordo di un’altra auto. Il gip del tribunale capitolino, accogliendo parzialmente la richiesta del pm Clara De Cecilia e del procuratore Giovanni Ferrara che avevano chiesto la custodia cautelare in carcere, ha disposto gli arresti domiciliari per il giovane che deve rispondere di duplice omicidio colposo e lesioni gravissime. Nell’ordinanza il gip spiega che Campanelli aveva un tasso di alcol pari a 1,40, e giustifica la misura cautelare con il pericolo di reiterazione del reato e che Campanelli era in stato psicofisico alterato. La procura aveva chiesto a un tecnico di verificare se la Fiat Punto condotta da Campanelli avesse dei problemi al servosterzo cosi’ come sostenuto dal giovane. L’auto con a bordo Campenelli e quattro persone a bordo tra cui le due ragazze morte, sbando’ nei pressi di piazza Cavour in piena notte e, dopo aver urtato il guard-rail all’altezza della Cassazione, si ribalto’ piu’ volte finendo su una Honda Civic ferma e con due persone a bordo. (Ansa)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.