Haiti: portaerei Cavour alla fonda, inizia lo sbarco aereo

cavour4Roma, 1 feb – Si trova ormai nelle vicinanze delle coste di Haiti la portaerei italiana Cavour ed è già cominciato lo sbarco aereo degli aiuti umanitari per la popolazione colpita dal sisma.
Dalla nave, secondo quanto si è appreso, sarebbero infatti già decollati i primi elicotteri con uomini e materiali che, in circa un’ora di volo, raggiungeranno la terraferma.
Per quanto riguarda i mezzi pesanti a bordo della nave, invece, per il loro sbarco sarà necessario attendere che venga deciso il porto dove attraccare. La nave, comandata dal capitano di vascello Gianluigi Reversi, è partita dalla Spezia lo scorso 19 gennaio con circa 900 persone a bordo. Sono state imbarcate 135 tonnellate di materiale fornito dal World Food Programme e 77 tonnellate di materiale della Croce Rossa Italiana. A bordo, una task force di militari del Genio con autocarri, macchine per movimento terra, rimorchi pesanti, container, autogru e autocisterne. E c’è anche quella che sarà l’unica camera iperbarica mobile (con capacità per dodici persone) presente ad Haiti, nonchè due sale operatorie e dodici posti di terapia intensiva. La portaerei ha fatto sosta giovedì scorso a Fortaleza in Brasile dove ha imbarcato due elicotteri e 74 persone tra civili e militari del Paese sudamericano. L’operazione – chiamata “White Crane” – è infatti congiunta tra la Difesa italiana e quella brasiliana. La Cavour, ha spiegato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, “diventerà un ospedale avanzatissimo a disposizione dei feriti”. (Ansa)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.