Guardia Costiera: soccorsi 87 migranti su un gommone in difficoltà

migranti-gommoneRoma, 27 set – La  scorsa notte alla Centrale Operativa del Comando Generale della Guardia Costiera è giunta una telefonata, proveniente da Prato, tramite Numero Blu 1530 che riferiva la notizia di un gommone con migranti a bordo nello stretto di Sicilia. Si parlava di un gommone carico di persone, in difficoltà, con pessime condizioni di mare. Alla Guardia Costiera veniva fornito il numero di telefono satellitare di bordo dal quale era partita la richiesta di soccorso.

Il gommone veniva così localizzato dalla Centrale Operativa a circa 70 miglia a nord di Tripoli, in acque libiche. Allertate tempestivamente le autorità libiche e sotto il loro coordinamento, la Guardia Costiera italiana individuava, attraverso i propri sistemi di monitoraggio del traffico marittimo, sei unità mercantili in transito nella zona interessata, provvedendo, d’intesa con le autorità libiche, a “dirottarle” sul posto.

Il rimorchiatore italiano “Asso 25” arrivava per primo in zona e alle ore 0600 di questa mattina intercettava il gommone di circa 10 metri, con circa 90 persone a bordo. Con grande difficoltà, a causa delle condizioni del mare, veniva effettuato il trasbordo di 61 persone, tra cui donne e bambini, tutte in buone condizione di salute. Durante le operazioni di trasbordo, all’improvviso, il gommone rimetteva in moto e riprendeva autonomamente la propria navigazione verso le coste siciliane, in direzione Lampedusa.

Due Motovedette della Guardia Costiera di Lampedusa , congiuntamente ad una unità della Marina Militare , dirigono verso il gommone con ancora una ventina di persone a bordo, sempre seguito dal rimorchiatore Asso 25.

Alle ore 14.00 le due motovedette partite da Lampedusa, hanno raggiunto il gommone. Tutti i migranti, compresi quelli che si trovavano a bordo del rimorchiatore italiano per primo intervenuto, sono stati trasbordati sulle due unità della Guardia Costiera. Si tratta di 87 persone di origine subsahariana, tra cui 22 donne, di cui una incinta, ed un minore. Alle ore 14.30 le motovedette della Guardia Costiera sono ripartite alla volta di Lampedusa, dove sono attese per le ore 19 circa.

{artsexylightbox path=”images/gc-immigrati-279″ previewWidth=”100″ previewHeight=”100″ sort=”asc”}{/artsexylightbox}


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.