Guardia Costiera: più di 1.000 migranti soccorsi in due giorni

immigrati-atrRoma, 21 apr – Sono complessivamente 638 i migranti tratti in salvo nella giornata di ieri in 6 differenti operazioni di salvataggio, coordinate dal Centro Nazionale di Soccorso della Guardia Costiera a Roma.

I migranti si trovavano a bordo di 6 gommoni, in acque libiche. Sui punti sono stati inviati Nave Fiorillo della Guardia Costiera, un’unità mercantile ed è stato richiesto l’intervento di una unità della Marina Militare. Le prime 93 persone tratte in salvo, di cui 12 donne e 2 minori, sono giunte la notte scorsa sull’isola di Lampedusa a bordo di una unità navale della Guardia di Finanza. È ora in corso a circa 80 miglia a sud est delle coste calabresi, una operazione di soccorso a favore di un peschereccio carico di migranti. Sul punto la Centrale operativa di Roma ha dirottato 2 mercantili per dare assistenza. All’alba di oggi, in acque italiane, sono state inviate due motovedette classe 300 della Guardia Costiera che hanno raggiunto il peschereccio carico di migranti, affiancandolo. Il personale ha tranquillizzato tutti i migranti, distribuendo loro i giubbotti di salvataggio per poi trasbordare i passeggeri e trasferirli su una unità della Marina Militare presente in zona.

Intanto sono tutti salvi i 446 migranti soccorsi all’alba di oggi a bordo di un peschereccio a circa 80 miglia a sud est delle coste calabresi. Le operazioni, coordinate dal Centro Nazionale di Soccorso della Guardia Costiera a Roma, sono terminate intorno alle ore 11.00 con il trasbordo di tutti gli occupanti, tra cui 59 bambini e 95 donne, su una unità della Marina Militare presente in zona, attraverso l’impiego di 2 motovedette della Guardia Costiera, la Cp 326 di Roccella Ionica e la Cp 323 di Siracusa. A seguito di una verifica da parte di un team ispettivo a bordo, è risultato che lo scafo utilizzato dai migranti per raggiungere l’Italia imbarcava acqua.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.