Guardia Costiera, operazione “Pesce Giallo”: sequestrate 2 tonnellate di prodotti ittici

operazione-pesce-gialloRoma, 14 giu – Tra le responsabilità prioritarie del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera vi è quella della difesa del cittadino e della tutela del consumatore, con specifico riferimento alla prevenzione ed alla repressione di qualsiasi tipo di comportamento illecito lungo la filiera di commercializzazione dei prodotti ittici.

Gli illeciti riscontrati, sia con le precedenti azioni mirate di controllo della filiera in mare ed a terra sia con la quotidiana attività d’istituto, confermano l’esigenza di mantenere elevata l’attenzione nei confronti di tali fenomeni con particolare riguardo a qualsiasi condotta illegale concernente il prodotto ittico inadatto al consumo umano e/o di incerta provenienza, soprattutto per quanto concerne i prodotti della pesca somministrati presso i ristoranti cinesi e provenienti da depositi di pescato importato dall’Asia Orientale e Sud Est asiatico.

Per il perseguimento dei suddetti obiettivi, 15 militari della Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino, sotto il coordinamento del 3° Centro di Controllo Area Pesca della Direzione Marittima di Civitavecchia, hanno portato a termine una operazione di polizia giudiziaria denominata “PESCE GIALLO”, effettuando numerosi controlli presso diversi ristoranti e depositi all’ingrosso cinesi presso i quartieri Tuscolano e Prenestino di Roma. Le attività ispettive hanno riguardato le modalità di commercializzazione, messa in vendita e somministrazione dei prodotti ittici, nonché la verifica di specie sottomisura (novellame), la corretta etichettatura, la tracciabilità dei prodotti ittici ed infine la corretta conservazione dal punto di vista igienico-sanitario con particolare riferimento alle scadenze dei prodotti ed alle modalità di conservazione.

I militari della Capitaneria di Porto hanno accertato 6 infrazioni di cui 3 elevate per mancanza di tracciabilità e 3 per prodotti ittici scaduti elevando, a carico dei titolari degli esercizi commerciali non in regola, un totale di Euro 13.998,00 di sanzioni amministrative comminate. Sono stati inoltre sequestrati circa 2 tonnellate di pesce di diverse specie, di provenienza cinese (baccalà essiccati, granchi, vongole sottovuoto, ostriche, ecc.), nonché anatre congelate e prosciutti scaduti. E’ stata, altresì, posta sotto sequestro una vasca per stabulazioni per molluschi bivalvi e crostacei, priva di autorizzazione sanitaria, e contenente circa 500 kg. di granchi, vongole ed ostriche immersi in un liquido non identificato.

I controlli della Guardia Costiera proseguiranno anche nei prossimi giorni e durante tutta la stagione estiva durante la quale il consumo dei prodotti ittici soprattutto nelle località balneari aumenta sensibilmente.


IL VIDEO DELL’OPERAZIONE

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.