Guardia Costiera: continuano le ricerche nel Canale di Sicilia di un barcone disperso

Guardia-costiera-elicottero1Roma, 18 ott – Proseguono le ricerche a largo di Lampedusa del barcone da cui nella serata di ieri era partita una richiesta di soccorso. La chiamata, sebbene senza indicazioni precise e fatta con un telefono non satellitare, era stata localizzata nell’area di copertura italiana, quindi a circa 30 miglia al largo.

Nelle ultime ore oltre, all’attività condotta da tre motovedette della Guardia Costiera, una dei Carabinieri, una della Guardia di Finanza, una nave della Marina Militare è iniziata, sempre sotto il coordinamento della Guardia Costiera, la ricerca con mezzi aerei.

Già in volo questa mattina un elicottero della Marina Militare ed uno della Guardia di Finanza , si sono alternati nella zona un aereo polacco, messo a disposizione dall’Agenzia Europea FRONTEX, ed un aereo maltese.

E’ attualmente in volo un aereo della Guardia Costiera italiana che sta perlustrando l’area di ricerca, che si è spostata intanto piu’ a nord.

La Guardia Costiera ha allertato tutto il traffico mercantile in transito nella zona interessata dalle ricerche.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.