Genova, Guardia Costiera: uomini e mezzi senza sosta alla ricerca dei due militari

soccorsi-genovaGenova, 9 mag – “Uomini e mezzi della Guardia costiera, dei Vigili del Fuoco e di tutte le forze di polizia presenti nel porto di Genova sono impegnati incessantemente da ieri nelle ricerche del Maresciallo Francesco Cetrola e del Sergente Gianni Iacoviello, militari del Corpo in servizio nella Sala Operativa della Guardia Costiera posizionata nella Torre di controllo del porto crollata alle 23.00 del 7 maggio scorso a seguito dell’urto provocato dalla porta container Jolly Nero”.

E’ quanto comunica il Comando Generale Guardia Costiera in una nota.

“Al momento dell’incidente nella Torre – spiega la Guardia Costiera -, che per fatalità ha coinciso con il cambio turno del personale militare, erano presenti 13 persone, 2 operatori del corpo Piloti, 1 dei Rimorchiatori e 10 militari della Guardia Costiera, 4 dei quali – il Tenente di Vascello Enea Pecchi, i Sottocapi di 1ªcl Raffaele Chiarlone e Giorgio Meo e il Sottocapo di 2ª cl Gabriele Russo – sono stati prontamente soccorsi e ricoverati per le fratture riportate nel crollo nei nosocomi della città ligure. Per gli altri 7 – Michele Robazza, Maurizio Potenza e Sergio Basso dei Piloti e Rimorchiatori, il Maresciallo Marco De Candussio e i Sottocapi Davide Morella, Daniele Fratantonio e Giuseppe Tusa della Guardia Costiera – i soccorritori non hanno potuto far altro che recuperare i corpi privi di vita”.

“Una tragedia che ha profondamente colpito tutto il personale delle Capitanerie di porto stretto in un abbraccio con le famiglie dei colleghi scomparsi. Ma anche in un momento di grande dolore non si può far venir meno il proprio impegno ed operato, essenziale per la sicurezza della navigazione. Sin dalla notte dell’incidente, che ha distrutto tutti gli impianti del Centro di Coordinamento di Ricerca e Soccorso della Guardia Costiera di Genova – ubicato, così come le apparecchiature preposte, nella Sala Operativa della Torre – l’attività è stata accentrata, già dopo pochi minuti, presso la sala operativa della Guardia Costiera di Savona, centro alternato per l’area marittima ligure, in grado di monitorare allo stesso modo i traffici marittimi e ricevere i dati sensibili delle navi dai radar e dagli altri sistemi di monitoraggio posti sul territorio a garanzia della sicurezza”.

“L’efficienza del sistema è dimostrata dalla ripresa, sin dalla giornata di ieri, di tutti i servizi tecnico operativi del porto, grazie anche all’invio di nuovi apparati istallati nella sede della Guardia Costiera di Genova, essenziali per garantire le attività del principale scalo marittimo italiano”.

Di seguito le schede del personale militare coinvolto nell’incidente:

  • C° 1ª Cl Np/Op DE CANDUSSIO Marco. Arruolato il 15/09/1994 (deceduto). Ha prestato servizio presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure dal 1995 al 1999. Successivamente ha ricoperto l’incarico di Titolare dell’Ufficio Locale Marittimo di Lavagna fino al 2009, anno in cui ha iniziato a prestare servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova in qualità di Capo Turno Supervisore VTS (Vessel Traffic Service).
  • Sc 1ª Cl. Np/Rf MORELLA Davide. Arruolato il 06/12/1999 (deceduto). Ha prestato servizio, dal 2000 al 2003, presso Comparare Trieste con l’incarico di addetto in sala operativa. Dal 2004 ad oggi ha svolto servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova con le funzioni di operatore VTS.
  • Sc 3ª Cl. Np/Op FRATANTONIO Daniele. Arruolato il 28/08/2003 (deceduto). Ha prestato servizio dal 2003 al 2005 presso la Stazione Elicotteri Marina Militare Luni-Sarzana. Dal 2005 al 2012 ha svolto servizio presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Santa Margherita Ligure. Svolgeva servzio presso la Capitaneria di Porto di Genova dal Maggio 2012.
  • Sc. 2ª Cl. TUSA Giuseppe. Arruolato il 16/09/2002 (deceduto). Ha prestato servizio presso la Capitaneria di Porto di Ravenna fino al 2006. Successivamente ha svolto servizio presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Termini Imerese ricoprendo incarichi sia a terra che a bordo delle motovedette del Corpo fino al 2007, anno in cui ha iniziato a prestare servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova assolvendo incarichi a bordo e a terra come operatore nella sala operativa.
  • TV CP SPE PECCHI Enea. Arruolato il 15/09/2003 (ferito). Ha prestato servizio presso Compamare Savona dal 2004 al 2010 con l’incarico di addetto alle sezioni tecnica e sicurezza della navigazione. Svolge servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova da Maggio 2010.
  • Sc. 1ª Cl Np/OE CHIARLONE Raffaele. Arruolato il 28/10/1996 (ferito). Ha prestato servizio, dal 1996 al 1998, presso la Capitaneria di Porto di Viareggio. Dal 2000 lavora presso la Capitaneria di Porto di Genova.
  • Sc. 1ª Cl Np/OE MEO Giorgio. Arruolato il 10/04/2000 (ferito). Ha prestato servizio presso l’Ufficio Circondariale Marittimo di Sanremo dal 2000 al 2003. Dal 2005 presta servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova. 
  • Sc. 2ª Cl. RUSSO Gabriele. Arruolato il 19/05/2001 (ferito). Ha prestato servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova dal 2001 al 2004. Dal 2004 al 2005 ha svolto servizio presso Compamare Pozzallo, dal 2005 al 2007 presso Maricogecap e dal 2007 presso Compamare Genova.
  • C° 1ª Cl. Np/Rd CETROLA Francesco. Arruolato il 15/09/1994 (disperso). Ha prestato servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova dal 1995 ad oggi ricoprendo vari incarichi. Dal 2008 presso la medesima Capitaneria di Porto ha svolto l’incarico di Capo Turno Supervisore VTS. 
  • Sgt Np/Rf IACOVIELLO Gianni Arruolato il 01/10/1999 (disperso). Ha prestato servizio presso la Capitaneria di Porto di Ravenna dal 1999 al 2002. Successivamente ha ricoperto l’incarico di Operatore VTS presso la Capitaneria di Porto di Messina fino al marzo 2007. In seguito è stato destinato presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto con l’incarico di addetto alla Centrale Operativa fino al 2011, anno in cui ha iniziato a prestare servizio presso la Capitaneria di Porto di Genova con le funzioni di Operatore VTS.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.