Fucilieri, India: ammiraglio De Giorgi, lo stato di attenzione rimane alto

de-giorgi1Roma, 21 mag – Sul caso dei due marò, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, trattenuti in India, “rimane alta la preoccupazione e lo stato d’attenzione affinchè la vicenda si possa concludere in tempi brevi”.

Lo ha detto il capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio Giuseppe De Giorgi, rispondendo alle domande dei cronisti a bordo della nave militare “Palinuro”, nel corso della presentazione della nuova stagione del programma di Rai Uno “Lineablu”, che vede la Marina impegnata in primo piano nell’affrontare la tutela delle tematiche ambientali e della difesa del mare.

De Giorgi ha quindi sottolineato il “costante impegno” della Marina nell’azione di contrasto alla pirateria, l’attività in cui erano impegnati Latorre e Girone, a tutela delle navi mercantili e degli interessi italiani, in particolare “in prossimità delle coste del Mozambico, paese dove l’Italia ha forti interessi economici, legati all’attività di esplorazione petrolifera”. “Stiamo lavorando in particolare per evitare che venga a ripetersi quanto avvenuto due anni fa – ha spiegato l’ammiraglio – quando i mercantili, a causa anche dagli elevati costi imposti dalle compagnie di assicurazione per la navigazione in quell’area, preferivano intraprendere altre rotte”. De Giorgi ha parlato anche di Afghanistan, rilevando come prosegue l’azione di addestramento delle forze di sicurezza locali da parte dei militari italiani. Un’attività nella quale sono impegnati, per quanto riguarda la Marina, proprio i fucilieri del Reggimento San Marco e che ha “come fine ultimo, ancor più in questa fase di transizione, il sostegno alla popolazione afgana e la sua sicurezza”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.