Fucilieri: il caso in mano alla polizia antiterrorismo indiana

fucilieri-sebNew Delhi, 5 apr – La vicenda dell’incidente che coinvolge i due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone è in mano all’Agenzia nazionale di investigazione (Nia), la polizia che finora si è occupata quasi esclusivamente di casi di terrorismo. Lo ha appreso oggi l’ANSA da fonte ufficiale.

La stampa indiana aveva anticipato la notizia che la Nia aveva formalizzato una denuncia (Fir) nei confronti di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, ed oggi il portavoce del ministero degli Esteri, Syed Akbaruddin, ha confermato di avere ricevuto ieri una comunicazione al riguardo dal ministero dell’Interno. A quanto risulta, nella sua denuncia la Nia si è limitata a riprendere i capi d’accusa formulati a suo tempo dalla polizia del Kerala, che non escludevano la pena di morte.

Il responsabile designato dall’Agenzia nazionale di investigazione è l’ispettore generale P.V. Rama Sastry, che si sta anche occupando di due attentati terroristici a Hyderabad (India meridionale). (ANSA)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.