Fucilieri: gen. Angioni, «massimo impegno del governo per riaverli a casa»

fucilieri-indiaRoma, 12 nov – Il governo italiano “sta facendo realmente il massimo” per riportare in Italia il prima possibile i due marò detenuti in India: parola del generale Franco Angioni, che invita a non giudicare “in modo semplicistico situazioni delicate come questa”. “Io sono un militare: la mia etica impone che neppure i morti possano rimanere in mano al nemico, e tanto più condivido la necessità di essere solidali verso i nostri due militari, i quali, pur non in carcere, sono comunque lontani da casa”.

“Il nostro ministero degli Esteri – ha proseguito il generale, in un’intervista ad ‘Affari Italiani’ – sta facendo realmente il massimo perchè ai nostri marò venga riconosciuta la non colpevolezza, e comunque per riportarli in Italia quanto prima possibile. Questo Paese è molto curioso: tutti sono sempre pronti, anche dall’esterno, a dare lezioni. Si tratta di due soldati trattenuti forzatamente all’estero nell’esercizio del loro lavoro: questo è certamente sgradevole, ma noi soldati mettiamo anche in conto questi problemi. E ci sono delle istituzioni – ha concluso – che si stanno dando da fare ai massimi livelli per risolvere un difficile caso di rapporti tra Stati. Lasciamo lavorare le istituzioni dello Stato, e speriamo tutti quanti che i nostri due militari tornino presto a casa”. (AGI)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.