Difesa: la cultura militare esce dalle caserme e scende dalle navi

Roma, 18 mar – Oggi alle ore 17.30 si è svolto a Taranto, presso lo storico Castello Aragonese, un esclusivo evento di cultura militare, la presentazione alla cittadinanza tarantina del libro “Il militare, quando l’uomo trascende la professione”, scritto dal professor Fabrizio Sprega e dal Maresciallo Antonello Ciavarelli. Dopo il saluto dell’ammiraglio di Squadra Andrea Toscano, interverranno il Capo di Stato Maggiore del Dipartimento, Capitano di Vascello Giuseppe Ricchiuti e l’Assessore all’Università Avv. Paolo Ciocia. A moderare gli interventi ci sarà la giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, Maristella MASSARI. Concluderanno il professor Fabrizio Sprega e il Maresciallo Antonello Ciavarelli.

Il saggio, è stato presentato per la prima volta il 15 dicembre u.s., presso Palazzo Salviati, prestigiosa sede del Centro Alti Studi della Difesa in Roma, dal Prof. Dalla torre il Magnifico Rettore della L.U.M.S.A. e dal Capitano di Vascello Franco Pescatori. Il volume ha avuto il personale apprezzamento dell’allora Capo di Stato Maggiore della Difesa Generale Vincenzo Camporini.

Sarà un’importante occasione di riflessione, non solo per i militari ma per la cittadinanza tarantina, che accoglie da anni la categoria di lavoratori più numerosa. Tante sono le domande sulla professione militare, che possono scaturire dall’approfondimento del testo, come ad esempio: il militare, può essere un uomo di pace? Il militare, può essere un uomo libero? Quali doveri per il militare, professionista in una organizzazione complessa? Quali doveri nei confronti della comunità? Che tipo di militari vogliamo che escano dalle nostre scuole? Possono bastare l’addestramento e le sofisticate specializzazioni? Qual è il senso da dare alla professione del militare, dopo 150 anni dall’unità d’Italia?

Non a caso verrà inaugurata la costituenda Unione Nazionale Sottufficiali d’Italia (UNSI), associazione d’arma che ha l’intento di contribuire ad esportare i veri valori militari fra la società civile, fuori dalle caserme e dalle navi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.